Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

domenica 29 giugno 2008

SPERIAMO SIA LA VOLTA BUONA

Cari lettori e collaboratori del Blog Nostrasantangelo, per favorire nei fatti e non solo con i proclami la pacificazione sociale, abbiamo deciso di astenerci ed invitiamo tutti a fare altrettanto, da ulteriori polemiche e confronti diretti con l'altro Blog, fiduciosi che esso, appreso il severo insegnamento ricevuto, possa seguire finalmente una linea più matura e seria di analisi e di documentazione della condizione e dei bisogni dell'intera comunità santangiolese e non solo di una sua piccola parte, probabilmente, la peggiore.

 

La polemica ancora non si spegne, nelle parole e nei toni, di quei pochi cialtroni che in passato hanno determinato la rovina di quello spazio virtuale, da noi stessi amato e sostenuto, ma comprendiamo che le lezioni ricevute e le indecorose figure fatte in passato, siano state di tale entità da richiedere del tempo per poter essere intellettualmente comprese ed emotivamente smaltite, anche da parte della nuova improvvisata gestione.

 

La presenza ora di Angelo Verderosa, invocata dal concitato blogger, insieme a quella di Tonino Castellano, di Erio Matteo e dello stesso San Guglielmo, in soccorso di quel triste naufragio, crediamo sia di buon auspicio per una rinascita in senso credibile di quello spazio virtuale; speriamo, piuttosto, che non siano anche essi traditi, come ad alcuni di noi è accaduto, dai metodi scellerati e poco corretti, che in passato hanno caratterizzato la gestione dell'informazione in quello spazio virtuale.

 

Apprezziamo molto la scissione del nuovo blog in due filoni idealmente separati, uno dedicato al paese e a chi lo abita, nell'insieme delle sue esigenze e delle sue problematiche, l'altro dedicato a chi lo vive con le emozioni legate al ricordo e alla nostalgia, avendo scelto di risiedere altrove: la cultura di un paese e la sua stessa storia, impongono che i due sentimenti convivano, ed è bellissimo che questo accada, ma non devono le esigenze legate all'uno soffocare i bisogni espressi dall'altro: l'avevamo detto e pare lo abbiano capito.

 

Da parte nostra la disputa finisce qui, salvo il sacrosanto diritto di ogni cittadino di parlare di ciò che gli pare, sempre nei limiti della correttezza e dell'intelligenza, adoperando l'uno o l'altro degli spazi virtuali, secondo il proprio personale gradimento.

 

Daremo tempo all'attuale gestione di riorganizzarsi, in quanto crediamo che si stiano accorgendo solo ora, di aver ereditato un contenitore vuoto, di idee e di partecipazione popolare, e cercheremo, se come speriamo la comunicazione seguirà finalmente regole di correttezza e di imparzialità, di caratterizzarci nel dibattito, come punto di equilibrio e di amichevole confronto, nell'interesse del paese e di tutti i cittadini.

 

Se dovessimo, però, ravvisare una ripresa dei toni autoritari, delle menzogne e delle parzialità, nonché un uso troppo rigido della "censura" da parte del blogger, torneremo con più autorevolezza di sempre ad impartire nuove lezioni di stile e di civiltà, per indirizzare verso toni più emancipati e democratici la comunicazione sociale ed il confronto culturale nel paese.

 

Saluti da Sant'Angelo dei Lombardi 

Blogger   Sa  .. M  .. My  ..

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Non vi fate illusioni, certi metodi sono radicati nella testa di certe persone e non cambieranno mai. Chi vive a Sant'Angelo può capire bene, paese distrutto nei valori più naturali di una comunità. Non c'è rimedio secondo me, non per ora.

G48 ha detto...

E' curioso come questa bella "apertura", quasi fraterna, che tutti si aspettavano verso l'altro blog coincida con un momento di sua confusione e quasi demenzialità; sono andato a leggere che si diceva e ne sono rimasto frastornato.
L'ho sempre detto questo blog è fin troppo tollerante e amichevole, vi ammiro più di prima e spero sarete sempre meglio.
Vostro unico G48

Anonimo ha detto...

Io condivido invece G48, anche se come osservavo nel commento precedente sono convinto che non funzionerà, certi metodi non si cambiano dall'oggi al domani. Piace il tono dell'articolo di Verderosa, sostanzialmente riprende una polemica aperta qui tempo fa, non so se ricorda, c'era anche un sondaggio.
Anche qui si affermava l'assurdità, in un momento in cui vanno in crisi anche i grandi musei, di aprire nel castello un museo locale polveroso, idea che un giornale imputava al vicesindaco se non erro.
Certo credo che il sig Verderosa ecceda nell'individuare forme d'uso, addirittura feste di compleanno dice lui, ma l'impostazione complessiva è altamente condivisibile.
Non legga altro G48, gli imbecilli che dicono di essere tornati da poco dalla Spagna (non oso pensare a quale immagine abbiano divulgato della nostra cultura), presto saranno messi al giogo, pena la fuga dal blog di Verderosa e di altri che come lui, non credo apprezzino quella banale demenzialità.

vecchio santangiolese ha detto...

Provo a riportare qui il vecchio post del bravo Minima Moralia a cui faceva riferimento l'anonimo sperando che dalla convergenza di idee tra i due blog scaturisca un confronto anche con l’amministrazione comunale, rendendo possibile abbandonare l’idea, tutto sommato triste poco meditata di aprire un museo nel castello.


domenica 18 maggio 2008
LA VITALITA' DELLA CULTURA

Cultura: per definizione questa parola indica un complesso di conoscenze, ma sotto il profilo dinamico, essa viene riferita al punto di arrivo, o almeno alla dimensione attuale, di un percorso sociale ed etico, articolato e complesso, che racchiude in sé i tratti e le notazioni che ciascuno, lungo il cammino, ha saputo aggiungere ai valori di partenza.

OMISSIS

Non ci piace la cultura statica, quella dei musei, quella che pretende di racchiudere nel buio polveroso di un castello, un patrimonio di tradizioni, di ricordi, di storia, di passioni e di tragedie, di speranze tradite e di nostalgia.
Ci piacerebbe che i nostri figli potessero accedervi, finalmente, per creare cultura, per partecipare ad incontri, dibattiti, manifestazioni letterarie, musicali, per iniziative dinamiche di promozione culturale, costituendo magari con la partecipazione di tutta l' Irpinia, una meravigliosa accademia, dove insegnare ai giovani le arti, con corsi di pittura, di poesia, di musica e di canto.
Questa è la cultura che ci piace, non quella asfittica ed imposta di iniziative destinate solo ad occupare titoli sui giornali e a creare apparenza più che vitalità culturale e partecipazione.
Appassionatamente vostro … Minima Moralia

r.f. ha detto...

Caro Sammy, guarda che più che una pacificazione dall'altra parte sembrano preda di una specie di "delirium tremens", proprio come gli ubriachi molestatori del lampione a cui faceva riferimento Giuseppe Marco da Milano, che a onor del vero io ho sempre individuato dall'alta parte.
Da giorni non c'è un articolo che abbia un senso un fine, solo le curiose e a mio avviso un pò infantili esternazioni dei blogger. Condivido la bella riflessione di Verderosa e inviterei (quella che davvero ora più che mai appare una armata brancaleone) a proseguire su quella linea, abbandonando slogan senza significato e privi di collegamento.
La foto dell'ex sindaco e di pochi ragazzini, dei nomi di battesimo e il solito riferimento a Sammy, non ho capito se come invito o come provocazione, tutto qua il rinnovamento?
Si rassegni a non chiudere Blogger credo che non le sarà data la possibilità di riposarsi.

Un saluto al mio paese
Rocco F. da Roma

per rocco f. ha detto...

Rocco F., credo che hai avuto una buona intuizione rispetto al dubbio che esprimi: il riferimento a Sammy è un invito o una provocazione? Credo che non sarebbe male per te dare una risposta a questo tuo dubbio.

Sammy ha detto...

Ringrazio gli interventori per i loro contributi, sempre intelligenti, educati, ma colti ed approfonditi, come nello stile di questo blog.

Siamo riusciti in poche setimane a realizzare una selezione naturale basata sull'intelligenza e sull'amore per lo scrivere, però vi prego e vi invito ad abbandonare, come argomento di discussione, tematiche relative alla gestione dell'altro blog.

Esso ha offerto ampia visione dei suoi limiti, se continuerà su quella strada riprenderemo nuovamente le armi del confronto dialettico e della critica severa, ma per ora diamogli il tempo di riflettere e di individuare una linea di condotta più matura e conveniente.
Per amore di lealtà e del paese. Grazie e scusate se mi permetto di invitarvi alla moderazione, liberi alla fine di fare come meglio ritenete opportuno.

Blogger Sammy (improbabile anche come acronimo?)

Anonimo ha detto...

come acronimo magari no!
ma Sant'angelo non è fatta solo di intellettuali!

Sammy ha detto...

Grazie a Dio anonimo amico , Sant'Angelo non è fatta neppure solo di ignoranti e di cialtroni, come qualcuno voleva farci credere.

E' un paese in cui le migliori potenzialità vivono spesso sileziose ed in disparte, la loro voce sincera è spesso coperta dalle urla e dai proclami vuoti e privi di significato dei soliti quattro professionisti della decadenza urbana degli ultimi anni.

Questo nella realtà, ma qui abbiamo inteso mettere un freno e nel giro di poche settimane abbiamo trovato un numero di sostenitori, piccolo come dato assooluto, ma enorme se rapportato al paese e a quanti frequentano le comunità virtuali.

Biasimiamo la mentalità che considera Sant'Angelo il miglior paese per diritto di nascita e amiamo il confronto: per noi il miglior paese è quello dove la gente è più serena e vive meglio, se qualcuno riesce ad identificare questa realtà con Sant'Angelo, gli diciamo che dovrebbe smetterla di ragionare con il cuore e rimettere in moto il cervello, Sant'Angelo ha adesso bisogno di azione e non di nostalgia.
Blogger Sammy :-)

un osservatore neutrale.... che si occupa un pò di comunicazione, anche tramite web ha detto...

credo che Imbriano voglia provocare uan evoluzione di quelli, soprattutto giovani che, anche se si presentano in modo 'anomalo', hanno ancora un pò di elasticità rispetto alla 'mentalità' santangiolese regnante; è chiaro che su quelli più maturi (vecchi di mentalità non magari anagraficamente) i suoi messaggi e le sue provocazioni arrivano troppo 'destabilizzanti'....

Sammy ha detto...

La neutralità è una qualità personale e non l'affermazione di un principio.

Chi afferma un principio, anche se anonimo, ha il diritto di essere considerato per il principio espresso, chi afferma una qualità, se lo fa anonimamente, ha il dovere di dimostrare di esserne realmente in possesso rendendo trasparente e riconoscibile la presenza della qualità vantata.

Entrando comunque nel merito del suo intervento crediamo che Imbriano abbia il diritto di testare quello che gli pare e di ricavarne le "percezioni" che vuole, fermo restando il nostro diritto di osservare e di valutare quello che a noi sembra, almeno finora, un laboratorio di superficialità e di arroganza più che un libero spazio virtuale.

La ringraziamo comunque per il suo contributo.
Blogger Sammy :-)

Anonimo ha detto...

non vorrei, però, Sammy, che tu fossi uno di quelli che è già troppo al di là della possibiltà di mentersi minimamente in discussione. La superbia è uno dei peccati capitali. E credo che anche in questo post quando mischi S.Guglielmo a personaggi terreni forse stai bestemmiando. Fatti vedere, forse ne dobbiamo parlare un pò.

Sammy ha detto...

La tecnica di distorcere il senso della comunicazione è vecchia quanto l'uomo, tipica purtroppo dei regimi totalitari.

L'accostamento a San Guglielmo ha un senso ben chiaro per chi vuole coglierlo: la sprovveduta necessità per chi ha ereditato un "contenitore ormai vuoto" di far leva sui simboli intellettuali, morali o religiosi, riconosciuti ed appartenenti all'intera comunità, sperando di poter recuperare quel credito che ha purtroppo perso a causa dei suoi stessi errori.

Ho una mia religiosità profonda e ben radicata ed ho conribuito al recupero dell'Abbazia del Santo Guglielmo, con il mio personale sacrificio, materiale ed economico, quando forse lei neppure era a conoscenza della sua esistenza (se non avessi scelto l'anonimato potrei documentarglielo ampiamene con atti ufficiali).

Approfitto dell'occasione per un abbraccio fraterno ma purtroppo solo ideale a Padre Lucio, che silenziosamente come si addice ad un uomo colto e veramente saggio, diede stimolo ed impulso al processo di recupero e di valorizzazione di quel sacro luogo.

Quanto alla "paura di mettermi in discussione" la dice lunga il fatto che sul "vostro" blog e non sul "nostro" vige una serrata censura.

Sto dialogando con lei in modo civile e sincero, mi permetta di non essere d'accordo su alcune impostazioni essenziali: democrazia non significa essere tutti d'accordo su una idea, la sua.

Le rispondo volentieri, ma la pregherei di contribuire al dibattito pubblicando post e commenti relativi a questioni di interesse collettivo, utilizzando, se desidera comunicare con me, lo strumento della posta elettronica.

Saluti Blogger Sammy.

Anonimo ha detto...

Mi chiamo Salvatore studio e Fisciano e non vi dico altro.
Scusate se mi intrometto ma a me pare che i tempi siano maturi per seguire ognuno la propria strada, il blogger di questo blog ha fatto la scelta di proseguire diritto dando a voi la possibilità di scegliere per primi la linea da seguire e riservandosi di percorrere alternative utili per il bene di tutto il paese.
Perchè non lo fate? Sembra quasi che avete avuto la bicicletta ma non sapete in che direzione pedalare e questo è brutto.
Non mi assalite per favore, altrimenti poi non lamentatevi che siamo tutti anonimi qua dentro.
Grazie a tutti.

Anonimo ha detto...

Perchè nessuno ci racconta come la nuova amministrazione sta amministrando il paese? Credo che molti cittadini lontani erano più interessati a quello che a sciarri e polemiche.
Per favore un amico

Anonimo ha detto...

chiedilo all'altro blog; che sono 'culo e camicia'

Anonimo ha detto...

Sant'Angelo "passa a tutti" proprio questa mentalità assurda esigenza di suopremazia non si capisce fondata su cosa vi ha portati a fare la fine che avete fatto.
Strazzaguanti non era un nomignolo messo a caso.
Ho studiato a sant'angelo ed ho molti amici lì ma mi ritengo fortunato di essere nato e di poter vivere a Lioni.

Sammy ha detto...

Mi scusi anonimo lionese, ma perchè viene a pubblicare qui un commento relativo al post pubblicato sull'altro blog?

Già siamo incasinati così, se poi ci si mettono anche questi paradossi non usciamo dalla bagarre e noi siamo stanchi, noi vorremmo fare analisi, documentazione e cultura non polemiche in eterno.

Per favore, mi scusi, ma davvero siamo stanchi di questo clima.

Se l'altro blog non vi piace non ci andate, a nostro avviso si autoestingueranno per implosione, quando la libertà di pensiero di alcuni commentatori che hanno aderito ora si scontrerà con la faziosità manifesta di certi gestori, chi ora gestisce quello spazio spero abbia capito che assume precise responsabilità in tal senso.

In ogni caso teneteci fuori grazie, qui c'è aria diversa e non ci frega niente che s'angelo "passa a tutti" noi vorremmo solo far vivere in un pese degno i nostri figli.

Blogger Sammy

The lost friend ha detto...

Qui siete fermi per concedere all'altro blog di recuperare lo svantaggio, ma mi pare che aldilà del nuovo prolifico blogger, non molto altro si stia muovendo, aspettiamo e speriamo.

Intanto hanno migliorato la grafica e non di poco: architetto Verderosa sa dirci lei dov'era stamattina tra le 8 e le 12?

Ovviamente scherzo e le faccio i miei più sinceri complimenti immaginando che ci sia anche la sua opera in questo gradevole "restyling", purtroppo la piattaforma non permette molto altro e non è "sensibile" all'html in tutte le sue parti.

Colgo l'occasione per salutarla e per augurarle buona fortuna in questa eroica impresa.

The lost friend

Anonimo ha detto...

Temporale bruttissimo in paese uno dei peggiori che ho mai visto qui.
Sarà la collera divina che si abbatte sul paese per lavare l'onta di tutte le cazzate che dobbiamo sopportare ogni giorno.
Sammy non ci lasciare, se chiudi qua siamo fottuti o almeno lascia la gestione a qualcuno!
Tanto se chiudi qua è meglio che lo sai dall'altra parte ricominceranno con le cazzate, tanto si mantengono perchè nanno paura di altre brutte figure.
Ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Forse ce l'avete fatta davvero a far cambiare rotta a tutti.
Per un periodo eravamo convinti di essere passati dalla padella nella brace, prima i potenti adesso i deficienti.
Grazie per tutto il lavoro che avete fatto, ma non mollateci ora.
Non ci private di questo spazio.