Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

venerdì 27 giugno 2008

Lettera al Blogger Dott. Imbriano

Aver pubblicato un post, in cui si minacciano azioni penali al solo scopo di scoraggiare i visitatori del nostro Blog dal prendere parte alla polemica in corso tra i due spazi virtuali, non è un gesto che fa onore alla sua gestione, Dott. Imbriano.
 
Abbiamo solo risposto, per le rime, ad un tale che si vantava di conoscere tecniche illegali di  "hackeraggio", essendo molto esperti in sicurezza informatica e, peraltro, preoccupandoci di porlo a conoscenza della censurabilità sotto il profilo giudiziario della sua condotta.
Ci dispiace se questa circostanza, improbabile ma ben nota a tutti i frequentatori del web, abbia sucitato tanta sorpresa e timore in un suo sensibile lettore, stranamente impressionato non dall' azione ma  dalla sola reazione.
 
Già in passato,  Dott. Imbriano, si è espresso con toni scorretti ed offensivi, oltre che non corrispondenti al vero, nei nostri confronti ("furbizia, l'astuzia e la mala fede di qualche personaggio legato mani e piedi al vecchio sistema di potere"), adesso queste nuove minacce sono un ulteriore ostacolo ad un confronto democratico ed inoltre, per il post in cui si afferma che siamo già "sotto controllo", si assume tutta la responsabilità giuridica,  civile e penale, essendosi lei stesso attribuita la moderazione degli interventi.
 
Nessuno ha mai effettuato attacchi personali a lei o all'amico Pinuccio, che vadano oltre il legittimo dissenso per alcune posizioni personali discutibili, e men che mai, abbiamo attaccato l'architetto Verderosa, oltraggiato semmai, insieme alla sua Comunità Provvisoria, sul vostro Blog, da noi al contrario sempre difeso e sostenuto (conservo ancora, ma non pubblico, una sua mail, a carattere privato, di ringraziamento e di apprezzamento nei nostri confronti).
 
Non è certo questo il tono della pacificazione che, a parole, sembra essere il fine del suo intervento.
 
Saluti ... Blogger Sammy  (inviato con preghiera di pubblicazione anche all'altro Blog)

25 commenti:

Anonimo ha detto...

Effettivmente se per scrivere nei blog devo affrontare un procedimento penale proprio non ne ho voglia. Che pena però scendere a questi livelli e lo dico ad entrambi, ALTRO CHE PACIFICAZIONE.
Statevi bene.

consiglio a chi in buona fede si preoccupa ha detto...

caro anonimo dipende da quello che scrivi: te ne devi assumere la responsabilità, prima morale, ma poi anche giuridica, proprio come nella vita 'reale'.

Sammy ha detto...

Caro Dott. Imbriano, ribatto alle sue osservazioni, prima di tutto ringraziandola per la pubblicazione del mio post: il dovere di pubblicarlo, comunque, ancor prima che giuridico è un dovere morale, essendo espresso, come ogni mio personale intervento, in forma civile ed essendo il 90% degli interventi che lei pubblica provenienti da anonimi, nemmeno identificabili da uno pseudonimo.

Lei stesso ha ammesso, che la comunicazione sul blog Nuovasantangelo è avvenuta per un periodo prolungato in modo distorto (“deriva involutiva” dice lei) e quindi vorrei riconoscesse "non solum" il nostro ruolo di disturbo, "sed etiam" quello di stimolo alla riflessione e al cambiamento di metodi.
Noi esistiamo ed esisteremo fin quando il suo Blog, avrà la presunzione, con soli tre commentatori non anonimi e con una cinquantina di frequentatori "reali" (anche alterare gli accessi effettuandoli dallo stesso IP è prassi poco commendevole se realmente così accade) di esprimere la voce di tutta Sant'Angelo.

Non sappiamo ancora aldilà delle intenzioni espresse, quale linea vuole imprimere a questo spazio virtuale e con le continue polemiche viene impedito anche a noi di concentrare le energie e l'impegno nella direzione che vorremmo: spesso, infatti, dobbiamo preoccuparci di segnalare e contrastare le distorsioni alla verità che hanno caratterizzato a lungo il Blog Nuovasantangelo, piuttosto che esprimere idee ed opinioni.

Non ha mai preso ufficialmente distanza dal quel modo inammissibile di gestire il blog, ci faccia comprendere, almeno ora, la direzione che vuole intraprendere, aldilà delle foto pur care delle processioni e potremo orientare il nostro impegno, necessariamente in collegamento con il suo, per il bene del paese, o eventualmente in caso dovessimo renderci conto dell'inutilità della nostra esistenza, anche chiudere lo spazio virtuale per collaborare con il suo.

Dipende da lei non da noi. Saluti... Blogger Sammy.


P.S. Avevamo inviato il commento riportato sopra al Blog Nuovasantangelo che ha ritenuto evidentemente di non pubblicarlo, per amore di chiarezza lo pubblichiamo qui.

il professore ha detto...

Tuti contenti adesso?
Avete ammazzato la comunicazione altro che pacificazione.
Tutto questo assume i contorni di una disputa personale tra blogger dichiarati e blogger non dichiarati ma, sembra, da tutti consociuti.
Fatela finita, azzerate e ripartite, anche la linea di difesa del blog Nostrasantangelo, legittima fino al recente cambio di guardia, appare a mio avviso superata dalla nuova gestione di Nuovasantangelo.
Basta, così non andate da nessuna parte.
Invio ad entrambi i blog e così farò sempre se dovessi proseguire nella mia presenza qui. Un prof.

Sammy ha detto...

Non basta la volontà sei soli Blogger professore mi creda. Saluti.

il professore ha detto...

Lasciate tutti da parte il mio sacrosanto diritto all'anonimato, per favore, e adoperatevi davvero per chiarire la posizione di questo blog e dell'altro e per cercare un punto di contatto.
Le mie possibili soluzioni?
1) Continuate entrambi senza interferire e migliorando i toni del confronto ormai insanabile.
2) Chiudete entrambi e buonanotte.
3) Fondate un nuovo blog comune, davvero cittadino, che consenta a tutti, ma veramente tutti, di esprimersi.

Anonimo ha detto...

ma su questo blog nessuno le contesta l'anonimato! ANZI!

il professore ha detto...

Chiedo scusa, capisco la perplessità, avevo scritto la medesima osservazione ad entrambi, in risposta ad un commento dell'altro blogger.

G48 ha detto...

Non sono riuscito a capire bene la dinamica di quello che é accaduto tra ieri e oggi.
Due cose però le ho capite bene:
1) c'è qualcuno che si ostina a pensare che io sia sammy o minima o altri; vi pregherei di mettervi in testa che il sottoscritto si firma sempre nello stesso modo, e cioé G48.
2) il consiglio del professore è quanto di più saggio si possa pensare, o i due blog continuano ignorandosi, o chiudono entrambi, o si uniscono.
Allo stato attuale sembra di essere in una scuola materna o in una ludoteca, chi si lamenta di qua e chi piagnucola di là.
Alla prossima, G48

Anonimo ha detto...

La cosa davvero grave caro amico sincero è che lei continua a scrivere in questo blog che evidentemente non condivide, ma non ci è concessa analoga possibilità altrove. Si astenga per favore, fa più nobile figura.

Anonimo ha detto...

chi è, la maestrina dalla penna rossa?

Anonimo ha detto...

sammy sono arrivati i tuoi graditi ospiti, le due firme, manca solo Garofalo; poi i tuoi colti e saggi opinionisti li hai tutti in casa. non disponi l'accoglienza????
Loro non sono nè improbabili nè lumbardsssssssss

il professore ha detto...

Ma quando finirà questo clima di intimidazione e di offesa? Vuole capire che questo è il modo sicuro per ammazzare ogni possibilità di rinascita?
Non era meglio che parlassero tutti piuttosto che stare tutti zitti?
Perchè inveire contro persone per bene che scelgono, anzi sono costrette, a scrivere qui perchè altrove non gli è stato in passato concesso?
Può mai essere che non riuscite a liberarvi dall'idea che chi non è con voi è contro di voi?
Offendendo non giova alla sua causa mi creda, la maestrina dalla penna rossa come lei dice appartiene, come le processioni, al cuore e alla dimensione affettiva di tutti noi, offendendola offende se stesso.

Anonimo ha detto...

Sto solo cercando, osservando e controllando, di far capire a chi forse non l'ha capito come si è comportato minima (alias.....) sull'altro blog, solo che io impiego meno tempo a scrivere, perchè so fare la sintesi. Anch'io ero il primo della classe come sammy (alias....), solo che io non ero un 'secchione'....

Anonimo ha detto...

peccato che queste cose valgono solo su questo blog, sull'altro invece.....
No dimenticavo. qui sipuò perchè c'è la cultura, le idee, le poposte, la democrazia, la libertà, il bene comune, il bene di tutti.............. contro i cattivoni, i fasciti, i forchettoni, gli opportunisti, i vigliacchi, i volgari, quelli in mala fede ecc. ecc.

il professore ha detto...

Ma la smetta, smetta di tormentare se non le va bene vada a scrivere altrove e basta.
Se la prende con tutti e ha il coraggio di cercare anche giustificazioni.
Cortesemente, mi pare stia avvenendo un tacito accordo di non interferenza tra i due blog, cerchi di renderlo possibile anzichè ostacolarlo. Vada via, io da questo momento ignorerò le provocazioni, speriamo bene.

m.c. ha detto...

Inqualificabile questa atmosfera da inquisizione che si sta creando ad opera di pochissime persone che vogliono a tutti i costi il monopolio della comunicazione via web nel paese.

Sono senza parole, davvero meravigliato per come si sia potuti arrivare a tanto.

Assurdo e inconcepibile, anche , cercare in ogni modo di violare la scelta dell'anonimato fatta da taluni commentatori e chiamare in mezzo persone, spesso estranee, imputando ad esse tutto ciò che si considera scomodo e fastidioso, pur nell'ambito del sacrosanto diritto all'espressione libera del proprio pensiero.

Non intervengo espressamente nella disputa con il mio nome e cognome, semplicemente per una forma di provocazione, tanto più ostinata quanto maggiore è la volontà di violare il mio diritto anche da parte di coloro che si dichiarano miei amici, dimostrando poco lealmente di non esserlo affatto.

Mi ero tirato un pò fuori dalle dispute e dalle tormentate vicende dei blog cittadini, ma se mi rivolete dentro per forza, non me la sento di declinare l'invito.
Con rammarico M.C.

Robert Louis Stevenson ha detto...

PER LA SERIE "NON C'E' LIMITE AL PEGGIO" VI PRESENTO LA LEGA (di Sant'Angelo) DEI LUMBARD
ovvero Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde

Finalmente il dottor Jekyll ha gettato la maschera rivelando il suo vero volto: egli ha partorito il mostro, mister Hyde.

Sammy ha detto...

Zed siamo stranamente pieni di email, quasi tutte con nomi improbabili tranne la tua, grazie.
Abbiamo letto e avremo cura di rispondere al più presto in modo circostanziato e sincero.
Grazie per il sostegno, sei la sant'angelo che avremmo voluto vivere, per noi è forse tardi ma se vuoi sosterremo il tuo sogno per passione e per dovere anche verso i nostri figli.
Sammy

Anonimo ha detto...

Sammy e se i frequentatori del blog fossero in gran parte gli stessi che frequentano l'altro? C'è una paura diffusa, molto diffusa, di esporsi a Sant'Angelo. Anche tra quelli che vivono fuori. Sai ognuno ha avuto una raccomandazione, un favore; e magari spera ancora di averne. Per troppi anni l'abitudine è stata questa! Quando sono cominciate le polemiche la paura di essere identificati si è accentuata. Ed allora pochissimi scrivono. Se scrivessero qualcosa forse si capirebbe meglio quello chesta succedendo; perchè secondo me qualcosa sta succedendo; se non non ci sarebbe neanche la paura!
Anch'io ho avuto peeplessita e ne ho ancora di essere identificato; allora non scrivo tutto quello che penso......

Sammy ha detto...

Caro anonimo,
è altamente probabile che siano le stesse persone a frequentare i due blog, non tutti a sant'angelo sono abituali utilizzatori di internet e sono certo che, chi visita uno darà una occhiata anche all'altro.

La paura è certamente stata alimentata dal tono acceso, a tratti violento, del dibattito scaturito tempo fa, in relazione all'atteggiamento arrogante e provocatorio di alcuni ignoti, che credevano di potersi arrogare il diritto di parlare a nome dell'intero paese, facendo per di più opera di informazione tutt'altro che corretta.

Sotto il profilo giuridico posso assicurarti che nessuno, potrà risalire all'identità di chi scrive, in assenza di una indagine giudiziaria autorizzata da un giudice, in accoglimento di espressa e circostanziata denuncia.
Il reato in cui incorrerebbe chi osasse violare queste disposizioni sarebbe ben più grave delle conseguenze derivanti da una eventuale accertata diffamazione, che comunque invito tutti ad evitare, per onore morale ancor prima che per dovere giuridico.

Dal tono pacato del suo intervento direi che non ha nulla da temere , esprimere liberamente la propria opinione, nella nostra democrazia ha smesso di essere reato da anni, anche se a molti questo non fa piacere.

Per ogni ulteriore dubbio o richiesta mi contatti, anche privatamente ed anonimamente, al seguente indirizzo email: xammy@live.it
Saluti ... Sammy :-)

Andrej ha detto...

Allora e' questa la paura,altro che minacce, e' l' essere compromessi, aver fatto affidamento sulle raccomanbdazioni.Altro che sottolineatura in rosso, ci vorrebbe ben altro!Evviva i lombardi puliti!

Sammy ha detto...

Andrej dobbiamo supporre dunque che sei lombardo, e quindi pulito, o che vivi qui e dunque "sei sporco".
Pare che per te le alternative siano solo queste.
Facci sapere. Sammy :-)

Andrej ha detto...

Siete voi che continuate a pensare che essere lombardi significa essere migliori in tutto e quindi anche a livello morale. Non e' vero e non sono lombardo,non vivo li'; non ho mai accettato l' idea della raccomandazione perche' sono stato formato secondo determinati principi che fino ad oggi ho sempre rispettato, a costo di qualunque sacrificio.E tutto.Buona domenica a voi del paese di mia madre!

Andrej ha detto...

ps.ho omesso l' accento sulla e ;non bisogna dare adito ai puristi....