Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

mercoledì 18 giugno 2008

Sant'Angelo: anonimato e comunicazione tra la gente.

Dopo aver letto nei giorni scorsi quanto scritto su questo blog ho capito che mi devo rassegnare.
Non si uscirà mai dall'anonimato; esattamente come nel paese la comunicazione tra le persone sulle questioni inerenti la gestione della 'cosa pubblica' resterà quella che è e da tanti anni è stata; solo nel voto, sentendoci noi santangiolesi stavolta in qualche modo protetti dall'anonimato, ci siamo espressi, magari sbagliando, liberamente.
Leggendo l'aggressione, per me violenta ed offensiva, che è stata fatta al dott. Imbriano, il cui pensiero tra l'altro non sempre è condivisibile, da parte di anonimi, blogger sammy compreso, devo rinunciare all'illusione di sapere un giorno chi scrive, oltretutto cose a volte molto interessanti, su questo blog.
Mi chiedo infatti come potranno rivelare la loro identità tutti quelli che anonimi hanno attaccato così violentemente ed offensivamente una persona che si è firmata con nome e cognome.
Quantomeno si esporrebbero ad una reazione della persona offesa.
Se uno resta anonimi non è individuabile se non atttraverso una denuncia penale; non mipare che vi siano estremi per questo e non credo che il dott Imbriano, per quello che ho letto, prenderebbe iniziative di quel tipo.
Anche se in paese pare che tutti sappiano chi sono i vari bloggers.
Non so se a questa situazione esiste rimedio.
Invito comunque le menti colte  pensanti di Sant'Angelo, che sono tante, a riflettere.
 
Ancora una volta santangiolese deluso e frustrato

15 commenti:

g48 ha detto...

vedi sammy che aggredisci violentemente ed offendi chiunque dica qualcosa che a te non va bene.
Ma un conto è aggredire un anonimo, e secondo me non è comunque giustificato mai, ed un conto una persona identificata o identificabile. Mi sembra di aver letto in passato un intervento di Imbriano di solidarietà a Garofalo; e gli aveva anche consigliato di non interagire con gli anonimi. io non interagirò mai con te in maniera totale, in quanto per me anche tu sei, alla fine, un anonimo.
Rifletti sammy....

g48 ha detto...

io veramente questo commento l'avevo messo su un post successivo a firma sammy, che ora vedo sparito. Che succede sammy?

g48 ha detto...

vorrei delle spiegazioni.....

Sammy ha detto...

Semplicemente ho giustificato il post G48 nulla di misterioso. Sorry.

Sammy ha detto...

Non credo possano essere offese delle constatazioni sulla ipocrisia manifesta di un certo modo di pensare e di agire G48.
Vuoi essere tu la prova che quel commento è un commento ipocrita? Bene, quando hai un minuto di tempo cerca il commento "violento ed offensivo" di cui parla nel post quella persona e fai copia ed incolla in modo che io debba pubblicamente riconoscere il mio grave errore e chiedere scusa.
In ogni caso mi faccio carico dell'onere di rifletterci, promesso.
Ti auguro una buona giornata... Sammy :-)

Anonimo ha detto...

sammy, sammy, stavolta rischi grosso.....

G48 ha detto...

Vorrei condividere con voi, amici del blog, una mia riflessione scaturita dalla lettura di questo post.
L'anonimato in questo blog è prassi comune (con le uniche eccezioni che sappiamo), e questo non è positivo. Ma forse ancora peggio è il fatto che la maggior parte dei frequentatori non si firmi sempre con lo stesso pseudonimo. Quindi non solo ci si vuole proteggere ma si vuole anche confondere, il che è abbastanza meschino.
Il massimo della confusione viene poi raggiunto da chi partorisce l'idea di alterare uno pseudonimo già in uso, forse sperando che altri pensino a un semplice refuso.
E l'onore di essere stato preso a modello è spettato a me.
Usare uno pseudonimo non costa nulla, è simpatico, è apprezzato e fa sentire importanti: provateci !
Vostro unico G48

giovanni competiello da rimini ha detto...

hai ragione g48; ti chiedo scusa: sono stato io ad usare il tuo pseudonimo.
Sai stamattina su questo blog a me è successa una cosa strana. Ho vito un post, l'ho letto e l'ho archiviato, come faccio sempre, per poirileggermeli tutti con piùcalma; ho messo un commento poi il post è sparito; ho deciso di usare allora il tuo nome visto la stima che ha di te il blogger; io ho cercato di capire solamente, perchè devo veramente pensare molto per decifrare qualcosa in questa tremenda confusione. Ho deciso comunque di uscire allo scoperto con nome e cognome; sono di origine Santangiolese, ma ho quasi sempre vissuto fuori. lavoro nel campo alberghiero. mi chiamo giovanni competiello: ho 43 anni; attualmente lavoro a rimini in un albergo; faccio il 'capo ricevimento' e pesso, per arrotondare, anche il portiere di notte.

Anonimo ha detto...

Io invece mi chiamo Cafiero Pasquale sto a Poggioreale e bevo caffè .

Anonimo ha detto...

hahahahahahahahahahahahahahaha!io antonio la trippa.

G48 ha detto...

Adesso ci mancava pure la scomparsa dei post, non bastava l'amico vero che mi scrive di essere proprio vero, gli anonimi che se la prendono con gli anonimi per il loro anonimato, i commentatori che "passavo di qua" e voglio dire la mia.
Questo blog non è solo democratico ma supplisce in modo egregio i servizi di assistenza sociale.
Ci sarà qualcuno disposto a rimanere qualche settimana firmandosi sempre con lo stesso nome o si teme che a forza di scriverlo ripetutamente qualcuno possa individuare la vera identità dello scrivente ?
Vostro G48 (ma mi piacerebbe di più Luigi Pirandello)

Anonimo ha detto...

che fiurella giovannino, proprio come diceva il blogger ignoranti e cacasotto

G48 ha detto...

"Anche se in paese pare che tutti sappiano chi sono i vari bloggers."

Chissà quanto c'è di vero in questa affermazione dell'autore del post !

G48

anna ha detto...

Caro santangiolese deluso e frustrato, hai vissuto per trent'anni in un paese sottomesso da quattro politici ipocriti ed incapaci e magari li hai anche votati e hai chiesto loro il posto per i tuoi figli e adesso fai lo sconvolto come se venissi da Lugano?
E per cosa poi? Per il fatto che a Sant'Angelo si ricomincia finalmente a parlare?
Ma per favore vergognati e portati nell'olimpo delle finte verità anche il tuo amico Imbriano, di saggio ormai non gli resta nemmeno l'apparenza.
Meno male che qualcuno che riflette autonomamente ancora c'è in questo paese sarebbe la fine se pensassimo tutti come voi omologandoci.
Scusate il tono severo ma sono davvero incredula e sdegnata, considero certi comportamenti un oltraggio alla mia intelligenza.
Saluti a tutti. Anna.

Anonimo ha detto...

hai ragione anna ma stai tranquilla che queste non sono persone sincere sono solo falsi e arrabbiati con quelli di questo blog buonasera signora i miei saluti