Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

venerdì 13 marzo 2009

Uniti per l'Ospedale!



Tante cose avremmo da dire e molte considerazioni da fare, sui problemi che negli anni hanno condotto a questo tristissimo momento. Per adesso possiamo solo esortare tutti a protestare contro questa decisione scellerata, per tentare di difendere il futuro del nostro paese, un futuro che si annuncia duro e difficile.

Domani, sabato 14 marzo, alle ore 10, tutti in Piazza De Sanctis per partecipare al corteo di protesta contro la chiusura dell'Ospedale. Ci troveremo fianco a fianco, con coloro che hanno contribuito a questo disastro, anzi loro urleranno più di noi, come i carnefici della mala parteciperanno imperterriti ai funerali della loro vittima. Non temete, i conti li faremo dopo!

Non mancate cittadini di Sant'Angelo, abbiamo il dovere di esserci, non lasciamo che a protestare siano sempre e soltanto i quaranta ladroni, Sant'Angelo è un paese ricco di persone che sono d'esempio per moralità, per impegno e per onestà, queste persone domani vorremmo vedere!

13 commenti:

Giuseppe Antonio M.. ha detto...

Apparentemente non c'entra niente con il tenore di questo post, in realtà lo spunto per scrivere questo commento me lo ha dato il fatto che proprio sul blog che per primo voleva rappresentare il nostro paese, non c'è oggi nemmeno un accenno di notizia alla manifestazione di domani.
Questo è inaccettabile e suona come una offesa solenne verso l'intero paese.
Sono sconcertato per il comportamento di Imbriano.
Con la scusa della comunicazione civile si è impossessato di un blog paesano e lo ha asservito ai propri scopi elettorali.
In effetti così facendo si è accaparrato un centinaio di visite al giorno, di persone che non certo vanno lì per leggere le sue fantasticherie elettorali.
La manovra sembra intelligente ma trascura un piccolo particolare: tra leggerlo e votarlo c'è una bella differenza ed anzi in molti, credo, puniranno questo peccato di presunzione.
Personalmente la vivo come una beffa in danno degli abitanti di questo paese.
Rifletta Imbriano può ancora evitare, forse, l'ennesima e definitiva brutta figura agli occhi dei suoi concittadini.
Auguro la buonanotte a tutti.

Anonimo ha detto...

E' ridicolo voler lavare la testa all' asino,raddrizzare le gambe ai cani,pensare che un bue possa volare.Un fatto e' certo:molti santangiolesi hanno capito come sotto il saio spesso si nasconde un lupo.

Maria ha detto...

Stamattina i miei figli mi hanno chiesto di partecipare alla manifestazione ed io ho risposto che avevo da fare.
Non ci sono andata.
Durante tutto il giorno ci ho pensato su: perchè non ci sono andata?
Quello che avevo da fare era facilmente rimandabile e allora mi sono chiesta quale era il vero motivo.
Sono fermamente convinta che l'ospedale debba rimanere anzi, credo che debba essere potenziato.
E allora perchè questa apatia?
I miei figli mi hanno detto che gli adulti erano pochi, qualche infermiera e uno o due sindaci.
Siamo tutti apatici?
O forse menefreghisti?
Aspettiamo sempre il deus ex machina che risolva la situazione?
Non lo so.
Mi sembra il sintomo di uno sgretolamento sociale: quando si tratta di parlare siamo tutti bravi ma alla resa dei conti ognuno pensa solo agli affari suoi.

Anonimo ha detto...

perchè niscuno vole fa ngazza l amici ngopp a lu monte....ahahaha!

Sammy ha detto...

L'ospedale è un servizio per tutti ma un patrimonio di pochi.
La storia dell'Ospedale di Sant'Angelo dei Lombardi è lunga e complessa, sono molte le cause del suo declino, alcune insite nella sua stessa genesi, altre connesse alle inefficienze croniche di funzionamento, altre ancora derivanti dalla crisi generalizzata della sanità campana.
Il discorso è lungo e complesso ma lo affronteremo presto, cercando di evitare i passaggi più delicati che, pur riguardando fatti notori, esporrebbero ad una sequela di conseguenze giudiziarie che, nei limiti del possibile, è opportuno evitare.
Comunque c'erano davvero poche persone, quasi nessun adulto e praticamente nessuno da altri comuni (e sono una infinità) che si giovano dell'ospedale.
Non sei la sola a cercare le ragioni di un apparente disinteresse Maria, probabilmente molti, compreso chi scrive, non riescono a sentire l'ospedale come una struttura comune realmente al servizio di tuti i cittadini.
Altra ragione non può esservi. Ne riparleremo presto e bene è una promessa ed è importante capire per poter finalmente discriminare le vittime dai carnefici.
Buona domenica a tutti i santangiolesi, vicini e lontani.

failure ha detto...

Un'altra iniziativa fallimentare. Ormai dovrebbero averlo capito certe persone che la gente è stanca di falsi profeti e che non ci casca più.
Se ne stiano a casa e la smettano di avvelenare il paese inutilmente.
Sembra quel film di Charlot in cui prima rompeva i vetri di nascosto e poi passava per aggiustarli.
Bisognava pensarci prima, molto prima.

spione ha detto...

Un paese finito come questo blog. ci scrivono solo quattro persone e qualche volta cinque, sammy e minima moralia sono la stessa persona, zorro è lucio garofalo, G48 è un poveretto che vive tra toscana e veneto che pensa di tornare a s.angelo, ma è meglio se resti al nord almeno non ti deprimi e publio è un vanaglorioso che sa tutto lui. restate a casa

zombi2 ha detto...

spiò trasferiscete a monza puru tu, ne guaragni re salute, qua pe tè nunnè aria ah ah ah

Anonimo ha detto...

sammy minimo se capisce che si turnato.....

mrdg ha detto...

Spione,non potevi inventarti uno pseudonimo piu' dignitoso?Spione puo' significare "guardone" e allora la cosa potrebbe preoccupare.Se sono quattro e qualche volta cinque persone a scrivere significa che sono pochi quelli che pensano e mettono a disposizione di una comunita' civile un proprio patrimonio di conoscenze.Ma questa comunita' civile a sant' angelo esiste? Da qualche intervento,ad esempio il tuo,crederei proprio di no! Chi vive fuori e conserva un po' di affetto per la sua terra di origine,dovrebbe essere apprezzato,specialmente se ne conserva fattivamente il ricordo...e invece!

G48 ha detto...

caro spione complimenti per le doti divinatorie ! è oltremodo difficile capire la provenienza di un commentatore da poche righe !
è vero, qui al nord si sta proprio bene, ma s.angelo è s.angelo !
mi sfugge una cosa: perché poveretto ? io non mi ci sento, sto tanto bene !
un'altra cosa: io non penso di tornare a s.angelo dal momento che non ci ho mai vissuto.
G48, da latitudini elevate

zed ha detto...

meno male che spione non mi ha nominato.di questo sono felice.zed

Publio ha detto...

La smentita è una notizia data due volte, come diceva giustamente Belzebù Andreotti, mi sorpende che vi siate agitati per una "spiata". Come diceva il sommo poeta non ti curar di loro ma guarda e passa.