Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

venerdì 9 maggio 2008

NUOVASANTANGELODEILOMBARDI ... UNA BUGIA CON LE GAMBE CORTE

" ... chi gestisce il blog può decidere ciò che meglio ritiene opportuno..." ipse dixit Antonio Imbriano.
Caro Antonio, considerata la tua indiscutibile capacità di analisi e l'intelligenza con la quale a volte ti poni nei confronti delle situazioni, mi pare per lo meno strano che ti sfuggano dei particolari, quasi sempre orientati al sostegno della tesi della inadeguatezza comportamentale, sotto il profilo civico e morale, del "blogger" di Nuova Santangelo.
Poche settimane fa, lo ribadiamo, scriveva a caratteri cubitali "…… questo blog raccoglierà segnalazioni e proposte dei cittadini per costruire e vivere una nuova sant'angelo ... gli amministratori utilizzeranno questo blog per dare trasparenza a decisioni e atti del consiglio e della giunta ...." .
Prova adesso tu a conciliare con tale posizione la scelta di censurare gli interventi contrari alla propria opinione, bada bene contrari ma non per questo immorali.
Riassumo: chi proclama il proprio blog al servizio dei cittadini e dell'amministrazione comunale non può subito dopo censurare gli interventi e chi legge quel blog, avendo un minimo di onestà intellettuale non può legittimare questo comportamento.
Dici di essere "imparziale", permettici di dubitarne, forse in un angolino nascosto del tuo cuore una scelta l'hai fatta e ci pare sia anche abbastanza evidente.

Distinti saluti da un gruppetto di santangiolesi "pensanti".

4 commenti:

antonio imbriano da Monza ha detto...

Un blog che si occupi di Sant'Angelo, qualunque esso sia, è per me solo una opportunità, per quanto poco rilevante, per stare in contatto con il paese ed i suoi cittadini, vivendo molto lontano.
Spero nessuno possa pensare di identificarmi col blog NuovaSantangelo. Non conosco chi lo gestisce e tantomeno lo immagino.
Rispetto alla 'imparzialità' forse hai ragione: da una parte sto sicuramente: quella di Sant'Angelo e di tutti i suoi cittadini, indistintamente! Se la volontà dei Santangiolesi è stata espressa col voto in una certa direzione, io lo accetto; si fosse orientato il voto diversamente, l'avrei comunque accettato. E mi sarei adeguato!
Non metto in dubbio che a Sant'Angelo vi siano dei cittadini 'pensanti', come te ed i tuoi amici; ritengo però che oltre che a 'pensare' per Sant'Angelo, dal punto di vista della vita sociale, vi sia bisogno di un approccio mentale di tipo 'psicoanalitico'.
Con simpatia.

Sammy ha detto...

Speravamo solo che condividessi l'idea che chi proclama di gestire un blog "cittadino" non può poi arrogarsi il diritto di moderare gli interventi eliminando quelli contrari alla propria opinione; avrai i tuoi buoni motivi per non pensarla così.
Siamo leali Antonio e rappresentiamo quella parte di popolazione che non pensa a favore o contro, pensa e basta!
Comunque grazie e scusa la "provocazione", avevamo la sensazione che il tuo intervento fosse stato strumentalizzato e volevamo esortarti a chiarire. Saluti a te dalla nostra bellissima terra.

Anonimo ha detto...

Hanno sbloccato il blog per dire che hanno organizzato una festa con il vino e il vitello arosto. Incredibile, un mese per organizzare una festa e niente altro. Boh!

Zed ha detto...

sinceramente cari commentatori trovo la gestione del blog nuova s antangelo privo di quell elemento fondamentale insito in ogni forma civile di confronto dialettico:la democraticità delle idee.E'latente la possibilità che ogni cittadino ,che vede in ciò un diritto ormai acqusito,come dovrebbe ed è a priori in tutte le forme democratiche di scambio di pensieri, ha di interagire direttamente con la comunità ponendosi in visuali a volte diametralmente opposte,o semplicemente divergenti,da quella che è la corrente maggioritaria di percezione della realtà,scaturita dalle amministrative,e che regna in quel blog.Negando a volte tale possibilità,il blogger sembra nn accorgersi di star costruendo una sorta di sistema chiuso,una scatola artificiale priva di quel rapporto sinallagmatico vera volta portante della democrazia.ed è per questo a mio avviso che quel blog è invaso da quegli sprovveduti che navigando qui e li nella rete,sembrano capitare quasi per caso sul blog e lasciano,a mo di lumache,scia della loro superficilatica.Riscontrabile questa ,in quegli aborti mentali di due o piu righe,nucleo centrale della rubrica dei comenti,tesi a stimolare con ironia e malignità la vena umoristica di qualche mediocre concittadino.il vero obiettivo,il risultato di un blog relativo ad una comunita cosi ridotta come la nostra nn dovrebbe essere proprio quello di PERMETTERE un coscienzioso scambio di idee?in modo che chiunque ,partendo dalle proprie riesca a innescare quel processo dialettico che ha la staordinaria capacita di mettere in discussione tutto e a volte di di spostarti su prospettive da te ignorate,anche inconsciamente,in modo da renderti piu chiara la questione di specie analizzata.Il blogger sta riuscendo a snaturare il suo prodotto,realizzando una specie di servizio ANSA fai da te.Io spero sinceramente che il gestore prenda conoscenza del limite della sua gerenza,vertente su siffatte modalità e doni nuovamente linfa al blog con l eliminazione della scabroso rituale della censura.Zed