Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

martedì 20 maggio 2008

Cari Santangiolesi,

questo mio messaggio, che potrebbe essere anche l'ultimo pubblicato sui
blogs che si occupano del nostro paese, è rivolto a tutti, proprio a tutti,
indistintamente; a prescindere dalle loro opinioni o posizioni di parte, dai
loro giudizi, dai loro pareri, dalle loro proposte, dalla loro cultura,
dalle loro intenzioni, positive o negative che siano.

Per me esiste una sola grande differenza: tra quelli che hanno a cuore le
sorti della nostra disgraziatissima comunità e quelli che, chiusi in un
arido 'egoismo' ed 'egocentrismo', sono interessati ad altro.

La comunicazione tra i cittadini di Sant'Angelo, così da tanti anni
'patologica' e 'perversa', dopo che per decenni il senso civico ha albergato
altrove ma, nemmeno in minima misura, nella nostra comunità, forse ha
ripreso ad esistere proprio favorita da questo strumento formidabile e per
certi versi 'perverso' del 'blog'.

Forse soprattutto con l'aiuto del blog vi è stato un risveglio sicuro della
coscienza civica dei Santangiolesi; l'esito del voto amministrativo, al di
là dei giudizi sulle liste e sui candidati, lo ha, secondo il mio modesto
parere, confermato! Una cosa mi pare certa comunque: operando una scelta
giusta o sbagliata che si voglia giudicare, i cittadini hanno votato
sicuramente in un modo completamente differente, soprattutto i giovani io
credo, rispetto a quello che per anni aveva caratterizzato Sant'Angelo.

Questa volta i cittadini, da quello che posso io interpretare, hanno
preferito sostanzialmente votare per chi si presentava senza chiedere
gratitudine per favori elargiti o prometterne per il futuro, ma si proponeva
solo offrendo un impegno nell'interesse della collettività in una
prospettiva di rinascita tanto necessaria e non più procrastinabile.

Quanto in queste ultime settimane, soprattutto dopo le elezioni, sta
succedendo sui due blogs conferma in maniera inequivocabile sia quanto era
radicata e strutturata una certa mentalità sociale sia che la RINASCITA vi
sia veramente stata: mi pare del tutto normale che appena una collettività
rinasce si trovi dinanzi a delle enormi difficoltà di comunicazione; le
precedenti modalità che non esiterei a definire del tutto non degne di una
società civile, non 'funzionano' più; quelle nuove bisogna cercarle e
certamente ci vuole tempo, fatica e sofferenza.

Bisogna prendere atto da parte di tutti 'indistintamente' che è finita
oramai la fase 'destruens' (distruttiva) ed è iniziata la fase 'costruens'
(costruttiva).

Nella fase costruttiva quello che può più di tutto aiutare è la CULTURA,
quella vera però, che può albergare in qualunque cittadino, al di là degli
studi fatti e dei libri letti.

Chi vuole ostentare la sua , di cultura, magari per apparire più credibile e
positivo, non fa certamente il bene della comunità; se la utilizza in
maniera intelligente, con una visuale a 360 gradi, rende sicuramente un
grande servizio.

La vera cultura non può essere disgiunta dalla modestia, dall'umiltà e,
soprattutto dalla serenità.

Ho ritenuto di scrivere di getto queste righe, utilizzando sicuramente più
il cuore che la mente, ritenendo di dare un contributo a superare questa
fase di stallo che vedo su i blogs.

Se vedrò tale dinamica positiva forse continuerò in futuro a scrivere
qualcosa, altrimenti questo è il mio ultimo messaggio; e se nel giro di
qualche settimana non avrò un riscontro positivo non visiterò più nemmeno
come spettatore i due blogs.

Resta comunque immutabile la mia intenzione, che è comunque una necessità
morale ed emotiva, a dare il mio modesto contributo al bene di Sant'Angelo.

Con immutato affetto verso chiunque appartenga a Sant'Angelo.


Antonio IMBRIANO

Da Monza

5 commenti:

antonio imbriano ha detto...

per chi volesse contattarmi direttamente:
a.imbriano@tin.it

G48 ha detto...

Gentile Antonio, io non sono un santangiolese ma visto che il tuo messaggio era rivolto a tutti mi permetto di ritenermi destinatario dello stesso.
Quello che tu dici è tutto vero ma io non vedo una vera fase di stallo di cui parli, almeno in questo blog.
Purtroppo questo strumento può essere "perverso" come lo definisci tu, e anche io, da osservatore neutrale quale mi considero, cerco di dare un piccolissimo contributo affinchè questo blog sia un contenitore "costruttore".
E per essere tale deve poter dare spazio a chiunque ne abbia voglia, con le conseguenze che possiamo vedere.
Se c'è qualche simpaticone che si diverte a "sparlare", la colpa non è del blog, anzi: forse potrà essere proprio questo blog ad aiutarlo a tirar fuori quello che di buono c'è in lui.
Sant'Angelo ha bisogno del contributo di te e di altri, un contributo che provenga dal cuore ma anche dalla ragione.
Diamo fiducia a questo blog e aiutiamo i santangiolesi.
Con vera stima,
G48

Sammy ha detto...

G48, uso un tuo commento come pretesto, ma lo dico a tutti, ancora una volta e per sempre: questo blog l'ho creato io ma non è mio, qui possono e devono scriverci tutti, avrei voluto solo che fosse stato così anche dall'altra parte, ma non c'è stato modo.
Non mi ha fatto piacere leggere quel post al quale tu fai riferimento; è volgare e stupido e non costruisce nè distrugge nulla, presto lo eliminerò perchè io spero e credo che sui blog debbano poter venire anche gli adolescenti e non mi va che leggano schifezze simili.
Speravo solo, lasciandolo lì per un pò, che tutti, compreso il suo autore, si rendessero conto di quanto esso è inappropriato e fuori luogo in un contesto dove la colpa più grave che io riesca a trovare è quella di qualcuno che ha scritto per manifestare un pensiero, al massimo una critica.
Può essere che decida io, a questo punto di chiudere il blog, per il compiacimento di molti, Antonio Imbriano "in primis" e affidando il monopolio della espressione e della critica sul web a chi ha dimostrato ampiamente dirappresentare e di avallare la cultura dell'aggressione e della diffamazione personale.
Deluso ma consapevole Sammy.

G48 ha detto...

Caro Sammy, ho manifestato in altro post la mia ammirazione nei tuoi confronti per il coraggio e la pazienza che dimostri nel far pubblicare certi commenti.
Se qualcuno ha scambiato questo blog per un gioco, si sa che i giochi sono belli quando durano poco, quindi invece di eliminare il blog non potresti eliminare solo quell'insulso post?
Io non sono esperto di tecniche informatiche ma presumo che il creatore del blog possa visionare un post e decidere se pubblicarlo o meno, o non è così?
Perchè se così fosse penso che avresti tutto il diritto di scegliere quali post pubblicare.
Ti saluto e ti rinnovo la mia stima

Antonio ha detto...

Mentre gli animi sono sempre infuocati e a volte violenti la mia proposta è di cominciare ad avanzare un confronto sulle questioni urgenti che l'attuale amministrazione dovrebbe affrontare.
Un momento di riflessione per tutti.
Saluti Antonio ma non da Monza