Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

mercoledì 28 maggio 2008

dal Corriere della Sera di ieri 27.05.2008

Il monito del Capo dello stato
Rifiuti, Napolitano: «Non cedere mai a logiche localistiche di
arroccamento»
Il presidente della Repubblica non fa riferimento specifico alla
Campania ma indirettamente ammonisce il partito del «no»


Anche il Capo dello Stato si esprime sulle vicende che stanno agitando
la sua Naoli in questi gironi di scontri per le discariche. Napolitano, in
particolare, ne ha parlato premettendo comunque di «non voler fare accenni e
riferimenti specifici a una situazione della Campania che è motivo di
assillo per tutti noi». Ma seppur formulata in generale, la sua
raccomandazione è sembrata riferirsi anche e soprattutto alla vicenda dei
rifiuti che sta creando tensione in Campania.
Napolitano ha detto testualmente: «Le province facciano la loro parte.
È essenziale non cedere mai a logiche di arroccamento, di cedimento a
pressioni localistiche, di contrapposizione fra province. Questa è una
materia in cui è indispensabile il rispetto dell'autonomia di tutti in una
visione regionale, unitaria e solidale». Il presidente della Repubblica lo
ha detto nel Salone delle Feste del Quirinale in una udienza pubblica,
rispondendo all'indirizzo di saluto del presidente dell'Unione Province
Italiane Fabio Melilli.
27 maggio 2008

1 commento:

franchino tiratore ha detto...

Buonismo da Capo dello Stato.
Buoni propositi imposibili da rispettare.
Le contrapposizioni ci saranno sempre quando non si ha fiducia nelle istituzioni e , ditemi, chi e perchè dovrebbe fidarsi di queste istituzioni?