Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

venerdì 2 maggio 2008

NON VEDETE E NON SAPETE

  • Possibile che non vedete, non sentite che se questa terra é cosi’ lo é perche’ l’abbiamo tenuta cosi’ e non l’abbiamo abbandonata?
  • Possibile che non sapete (ma solo perche’ non lo volete sapere) che e’ il luogo con il piu’ costante vento sugli Appennini e quindi ha un alto numero di pale eoliche proprio dove e’ progettata la discarica?
  • Possibile che non sapete che ai piedi della megadiscarica c’e’ il lago di Conza con l’oasi del WWF piu’ ricca di fauna dell’Italia meridionale?
  • Possibile che non sapete che l’invaso di Conza della Campania e’ il serbatoio d’acqua dell’assetata regione Puglia?
  • Possibile che non sapete che a qualche kilometro di distanza in linea d’aria ci sono le sorgenti dell’Acquedotto Pugliese e del fiume Ofanto?
  • Possibile che non sapete che i comuni di Bisaccia e Calitri sono il granaio della Campania, i piu’ importanti produttori di grano duro, (quello tanto buono per il pane), dell’intero sud Italia?
  • Possibile che non sapete che Calitri e’ diventato ‘il buon ritiro’ di tante famiglie inglesi che da noi hanno comprato casa? Possibile che non capite che e’ come portare la discarica nelle terre senesi? Cosa gli dobbiamo dire a questi qua? Che loro considerano la nostra terra il paradiso e i nostri delinquenziali decisionisti lo considerano l’inferno? Ci crederanno? Guardi che abbiamo avvisato anche loro.
  • Possibile che non sapete che l’altopiano del Formicoso si trova a oltre novecento metri di quota e noi che ci viviamo lo riteniamo infrequentabile in inverrno?
  • Possibile che ignoriate che portiamo i bambini affetti da tosse a ‘cambiare aria’ facendogli respirare quella cristallina dell’altopiano del Formicoso o di Granito invece di ‘abboffarli’ di medicine?
  • Possibile che non sapete che siamo circa 50.000 abitanti e non stiamo parlando del deserto marocchino?
  • Possibile che non sapete che il Vulture e’ a un tiro di schioppo dalle finestre di casa mia ed e’ il luogo di provenienza delle piu’ famose acque minerali italiane ed e’ il luogo di produzione del vino Aglianico?
  • Possibile che non sapete che non si tratta di smaltire l’immondizia di Napoli (che pure non vogliamo) ma che ci tocca ingoiare la discarica di materiali tossici e nocivi della regione campania e di cio’ che la camorra, ad essa cosi’ leggiadramente collegata, vorra’ benevolmente donarci compresa nel prezzo?
  • Possibile che non sapete che tossico e nocivo significa che ci sono, tanto per indicare, i residui di lavorazione industriale (senza averne i ‘vantaggi’ delle fabbriche), i residui cimiteriali e quelli ospedalieri?
  • Possibile che non capite che e’ un cubo di oltre 270 metri di lato? Che sara’ piu’ alto della rupe di Cairano visto dal lago di Conza?
  • Possibile che lo Stato (…va bene, camorristico si capisce!) non li difenda piu’ i luoghi cosi’ belli e conservati e assistiti? O lo fa solo con le terre ‘degli amici degli amici’? Oppure per uno strano senso di egualitarismo, a noi, cosi’ avvezzi a riciclare perché figli della civilta’ contadina, ci tocca comunque una parte ‘tossica e nociva’ tanto per stare nella media?
  • Possibile tutto questo? Io non credo. O perlomeno spero di no. Perche’ delle due l’una o siete complici o siete morti!. E in entrambi i casi dovremo fare senza di Voi!

Ma se ‘deve’ essere effettivamente cosi’, e cioe’ che quando si tratta della merda degli altri e’ bene farla ingoiare agli irpini, allora state commettendo un errore fatale. Non e’ possibile sempre e solo, regolarmente, semplicemente e camorristicamente addossare a noi il peso di sacrificare senza reagire le nostre prossime generazioni: Difesa Grande é Irpinia, Savignano é Irpinia, Pianodardine é Irpinia, Formicoso é Irpinia. Mo’ basta. Non ve li concederemo piu’.

Una bella mattina vi sveglierete improvvisamente da questo torpore e ritroverete ordinati e silenziosi, ma non consenzienti, migliaia di irpini che con i loro anni, con i loro figli vi guarderanno ma non chiederanno, non imploreranno, sapranno pero’ ancora che la vostra Madre Lupa dovra’ fare di nuovo i conti con il Lupo Irpino. E li faremo. Promesso! E Noi manteniamo le promesse!

Adesso la lascio alla sua vita e ai suoi tempi.

EnzoLuongo

commenti su comunità provvisoria http://comunitaprovvisoria.wordpress.com/

vi aspettiamo domenica 4 maggio a conza ore 10.30 e a s.andrea di conza ore 16.30

Nessun commento: