Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

venerdì 18 aprile 2008

NO ALLA MEGADISCARICA IN ALTA IRPINIA

NO ALLA MEGA DISCARICA IN ALTA IRPINIA

Si annunciano giorni terribili, ma alla fine riusciremo a scongiurare la più grande delle offese che sia mai stata tentata ai danni dell'Irpinia. A Savignano e sul Formicoso non devono arrivare i rifiuti di tutta la Campania.

Già da domani partirà una grande mobilitazione a Bisaccia e a Vallata e speriamo in tutta l'Irpinia, mobilitazione che si aggiunge a quella da tempo in atto a Savignano. La gravità dell'offesa conferma la nostra intuizione di farci sentinelle del paesaggio, sindacalisti del territorio.

APPELLO DI FRANCO ARMINIO E DELLA COMUNITA’ PROVVISORIA AGLI IRPINI

E' dal 1994 che si parla di fare una grande discarica sul Formicoso. Non ci sono mai riusciti e non ci riusciranno neppure adesso.

Il duo De Gennaro Berlusconi ha atteso la fine delle votazioni per dire come intende risolvere il problema dei rifiuti in Campania: fare due grandi buche in Irpinia, una a Savignano, l'altra sul Formicoso. Qualcuno dovrebbe spiegare al cavaliere che non abbiamo più niente da perdere e dovranno calare pure noi in quelle buche. Che meschina e ignobile scelta far pagare il prezzo della più che decennale crisi dei rifiuti ai territori che hanno meno abitanti e che dunque producono meno immondizia e che hanno pure la decenza di raccoglierla in maniera differenziata. L' Irpinia deve rispondere tutta unita a questa offesa. Già è stato un grave errore non opporsi con sufficiente convinzione alla discarica nel territorio di Savignano. Con l'aggiunta del Formicoso, il luogo che ha la più grande concentrazione di pale eoliche in tutta Europa, la misura è più che colma. De Gennaro ritiri immediatamente il suo proposito. Non aspetteremo l'arrivo delle ruspe, e non siamo neppure disposti ad alcun tipo di mediazione. semplicemente non vogliamo neppure un grammo dell'immondizia che si produce a Napoli. L'unica via per uscire realisticamente dall'emergenza rifiuti è quella della gestione provinciale.Tutte le altre scelte sono destinate soltanto ad alimentare gravi conflitti con le popolazioni. Abbiamo animato per anni un comitato che si chiamava "Nessuno tocchi il Formicoso" e questo comitato è già pronto a ricominciare la battaglia.

Dispiace usare toni ottocenteschi, ma a questo siamo.

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensa il governatore Bassolino della scelta annunciata da De Gennaro e sapere cosa ne pensano tutti i parlamentari che abbiamo appena eletto. Siamo sicuri che intanto la gente dell'Irpinia non accetterà questo oltraggio inaudito. E' in circostanze come questa che si manifesta la grandezza di un popolo, a dispetto di chi pensa che sul Formicoso ci siano solo erbacce e creta.

La decisione annunciata da De Gennaro di fare una grande discarica per rifiuti tossici sul Formicoso è vergognosa e assolutamente inaccettabile, anche alla luce di quanto è stato già inopinatamente deciso per il territorio di Savignano. Credo che tutte le forze politiche e sociali della provincia debbano esprimere la loro assoluta contrarietà. Qui non c'entra niente il ciclo dei rifiuti. Siamo di fronte a una brutale manifestazione di arroganza tesa a devastare territori che hanno l'unica colpa di essere stati coltivati con amore per millenni.

Se questo sarà il primo passo del governo Berlusconi, è un passo destinato a finire nel baratro.

Facciamo appello a tutti i parlamentari appena eletti a pronunciarsi immediatamente contro le decisioni che si vogliono prendere.

Non siamo in Guatemala e queste porcherie De Gennaro vada a farle a casa sua.

IL DIBATTITO E’ IN CORSO SUL BLOG DELLA COMUNITA’ PROVVISORIA http://comunitaprovvisoria.wordpress.com/


1 commento:

Anonimo ha detto...

ma chi è sammy-massimo di questo blog? massimo capobianco? ho capito bene?