Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

sabato 21 febbraio 2009

Non toccate l'Ospedale!

Questo blog ha il dovere di collaborare ad ogni iniziativa utile a fronteggiare il rischio dell'imminente chiusura dell'Ospedale.
Messe da parte le contrapposizioni appare a questo punto assolutamente necessario unire le forze per il raggiungimento dell'obiettivo comune, vitale per la nostra collettività, di evitare la chiusura dell'Ospedale, indispensabile presidio per la salute nostra e dei nostri figli.
I quaranta minuti che ci separano da Ariano e da Avellino sono troppi per sperare di farcela in caso di infarto, ictus o altre sventure del genere; ci hanno tolto i sogni, le speranze e la dignità adesso voglio prendersi anche la nostra vita.
E' ora di dire basta e di punire i responsabili di questo scempio nel modo che essi temono di più: privando chiunque sia anche solo lontanamente responsabile del degrado della sanità e della conseguente crisi che investe il nostro ospedale dell'apporto elettorale che passivamente siamo sempre stati disposti ad accordare finora.
Adesso basta, se non li puniamo adesso sarà la fine di tutto! Mandiamoli definitivamente a casa e pigliamoli a pummarole quando partecipano per ragioni di facciata alle nostre manifestazioni!

2 commenti:

Sammy ha detto...

Assolutamente si. Qualunque iniziativa per sostenere l'ospedale e, in generale, il territorio irpino troverà spazio su questo blog. Siamo anzi molto preoccupati ed offesi da questa politica delle chiacchere e dai continui inganni in danno dei cittadini.

troppotardi ha detto...

Non serve a niente se so magnati tutti i soldi della sanità e hanno assunto a destra e a sinistra senza che servivano neanche tante persone. Adesso non sanno come fare e chiudono. Tutti abbiamo sempre saputo come funzionava bisognava protestare prima mò è tardi.