Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

martedì 17 febbraio 2009

Centrosinistra addio.

Indipendentemente dal pensiero politico di ciascuno, vorrei evidenziare ai lettori di questo curioso ma interessante blog in che modo fazioso,  al limite del ridicolo, l'Unità riferiva della possibile sconfitta del candidato del centrosinistra Soru: "il candidato Pdl in vantaggio con il 49,8% contro Soru al 45,2. Il tutto mentre i dati relativi alle coalizioni indicano per il centrodestra un buon contributo dell'Udc (9,3) e dei Riformatori sardi a Cagliari (7.8%). La coalizione di Soru, invece, raggiunge il 41,3%, con il Pd che segna un 26%".
Si mette in sostanza l'accento sul contributo che UDC e Riformatori hanno dato alla vittoria del centrodestra e si acclama il 26%  del  PD tralasciando il dato particolare del PDL. Vi risparmio i conti: PDL al 32,7, secondo gli stessi dati riferiti dal giornale di cui si tratta.
Non credete che questo modo di presentare sempre e solo la metà piena di un bicchiere, esaltando le proprie sconfitte e sminuendo le vittorie altrui sia irriguardoso per l'elettorato e costituisca una delle cause, insieme alla mancanza di rinnovamento, per cui il centrosinistra di Veltroni è alla deriva? Come si può pretendere di far credere ad un rinnovamento conservando Iervolino, Bassolino e lo stesso Veltroni, politicante della sinistra da 40 anni o regalandoci perle in Parlamento come Picierno?
E a livello locale, che più ci occupa e ci preoccupa, vi rendete conto che non c'è un novità? A Sant'Angelo, manovre di facciata a parte, gli esponenti del centrosinistra sono sempre le stesse cariatidi della politica che ci amministrano, oltretutto malissimo, da 30 anni!  Non se ne vogliono andare!  A costo di consegnare a Berlusconi la vita ed il futuro di tutti noi restano, stanno troppo bene e si ingrassano a nostre spese!
Così non si va da nessuna parte, mandiamoli a casa noi!  Buona giornata a tutti.
 Uno di sinistra

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Che scoppolona. Veltroni mò se ne deve proprio andare e speriamo che con lui se ne vadano pure sti quattro ruffiani che hanno rovinato l'Italia e la Campania.

Anonimo ha detto...

Io sinceramente ancora non riesco a capire se la sconfitta in Sardegna riesca ad essere più grave per il PD o per il Paese.L idea che ancora altre regioni cadano nelle mani del ducetto dell ultimo ora di arcore mi fa rabbrividire....qui stiamo rischiando grosso con quel signore li al potere.la svolta autoritaria è vicina,non vi dovrete lamentare se lascerete ai vostri figli un paese fascista.di nuovo.

Mutante ha detto...

Veltroni si dimette oi oi oi, siamo certi che la corsa ad entrare nel PDL sta per cominciare.
Propongo una mia ottimistica previsione su ciò che sta per accadere.

ANALISI DEL PAPOCCHIO:

1)Forte sconfessa Formato e delega Lucido ai servizi sociali.

2)Lucido (PDL) vota a favore della corrente di De Mita e contro il PD.

3)De Mita correrà probabilmente con il PDL alle provinciali.

4) Anche Lucido sostiene il PDL e quindi si troverà dalla stessa parte di De Mita.

5)Sena probabilmente seguirà il leader di Nusco.

6) Sena e Lucido saranno dunque dalla stessa parte in una coalizione di cui fa parte anche De Mita.

Repole per adesso resta fuori perchè De Mita sta un pò incazzatello ma con il tempo si sa i rancori passano e le passioni restano.

Viva la novità dunque e grazie al Sindaco Forte per averci liberati dall'oppressione della vecchia poltica è un vero eroe, quasi meglio di Garibaldi!

Anonimo ha detto...

Stiamo tutti aspettando di votare di nuovo, non credo che il Sindaco che abbiamo sostenuto avrà il coraggio di ripresentarsi, sarebbe punito dal voto in maniera epica e definitiva. Un tradimento di fiducia e soprattutto una stasi totale, senza nessuna forma di iniziativa per il bene di Sant'Angelo.
E' passato quasi un anno, nessuno poteva mai aspettarsi una delusione così totale.
Non voglio fare polemica ma volevo dire la mia.