Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

lunedì 15 giugno 2009

Franceschini: se ne vada che è meglio!

(immagine tratta da http://hurricane_53.ilcannocchiale.it/post/2248254.html)

Roma, 22/05/2009
"Ho già detto cosa farò e non cambio idea. Il mio lavoro finisce a ottobre". Il segretario del Partito Democratico, Dario Franceschini, ribadisce in un'intervista la sua intenzione di non ricandidarsi al vertice del Pd in occasione del congresso che si svolgerà ad ottobre. "Se avrò aiutato a dimostrare che il progetto del Pd ha una prospettiva - ha detto il segretario - e avrò aiutato il Paese ad evitare che si svegli sotto il potere assoluto di Berlusconi, allora sentirei di aver fatto quello che dovevo fare".

Roma, 15/06/2009
Ho deciso mi ricandido alla guida del PD, sono pronto a correre per vero rinnovamento. “Ho deciso. Resto in campo, e al congresso mi ricandido a guidare il Pd. Punto a continuare l’operazione di rinnovamento del partito che, a questo punto, rischia di finire affossata dai soliti capicorrente tornati all’assalto’. Dario Franceschini - scrive La Repubblica - l’ha spiegato così, ai suoi più stretti collaboratori, che ad ottobre in pista lui ci sarà.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Che figura da zimbello!

Anonimo ha detto...

ma per piacere che berlusconi cambia versione ,delle cazzate che racconta ,tre volte al giorno.MA VERGOGNATEVI!

Streppelone ha detto...

Mah lui il rinnovamento che sta nei palazzi del potere da piu` tempo di berlusca.
Ricordo che anche veltroni ha avuto dei ripensamenti sulla sua carriera politica.
Diciamo che nel pd cambiano idea come berlusconi le cravatte.
Scusa Sammy e Moralia ma per quale motivo odiate cosi` tanto il PD?
Non vi sembra di sparare sulla croce rossa?

Minima Moralia ha detto...

Grazie per la domanda Streppelone.
Vorrei scrivere lungamente sulle ragioni del mio "odio" verso il PD, ma per mancanza di tempo posso solo dirti, adesso, che il PD, per come è oggi costituito è la ragione vera dell'avvento di Berlusconi al potere, oltre che la negazione del "sogno politico" di centrosinistra.

Aggiungi che nel PD sono confluiti i personaggi più ambigui della politica locale e nazionale degli ultimi trent'anni e che parlare di rinnovamento da parte di questi elefanti della politica è un vero e proprio oltraggio al popolo italiano: per rinnovare il PD questi signori dovrebbero prima di tutto abbandonare loro stessi la politica, perchè il vecchio è rappresentato proprio da chi afferma di essere alla ricerca del nuovo.

La parola rinnovamento, sulle labbra di "giovanotti" della politica come D'Alema o localmente come Bassolino e Repole, fa un pò senso.

Se non crolla questo PD ponendo fine al sogno di immortalità politica dei suoi leaders non si potrà mai cominciare un discorso diverso e più concreto di rinascita di un centrosinistra più giovane, con rappresentanti di qualità.

Cordialmente ... Minima Moralia :-)