Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

venerdì 24 aprile 2009

Tutto diverso eppure tutto così uguale!

Cosa sarà adesso di quei pochi rimasti nell'agonizzante PD, ora che De Mita va con il PDL?
Ad onor del vero "quelli che contano", potendo farlo, erano già andati dall'altra parte, quindi, per fortuna o purtroppo, non dobbiamo aspettarci sostanziali mutamenti nell'amministrazione politica e morale del nostro territorio, ma la soddisfazione di vedere a pezzi questo tracotante ed ipocrita carrozzone che chiamavano PD è davvero tanta, soprattutto per chi come il sottoscritto si è lungamente identificato nel centro moderato, con uno sguardo sempre attento ai valori della sinistra più ragionevole.
Facendo il punto della situazione, a livello locale, Lucido e Petito già erano di là, Mastella ci è arrivato dopo perchè è fuori forma fisica, De Mita considerata l'età ha camminato piano e ci ha impiegato un pò (ma i demitiani seguiranno a ruota), manca Repole ma prima o poi un modo troverà.
Quindi potremmo concludere che i giochi sono fatti, senza che vi siano nè vinti nè vincitori, affonda una barca e si sale su un'altra, più logico di così!
Saluti .... Sammy :-)

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Uoi Maronna mia! Ma allora l'amministrazione comunale, quella del cambiamento, che quasi interamente si è votata al PDL, sta dalla stessa parte di De Mita?
Quindi chi ha votato per questa amministrazione è un pò come se avesse votato per De Mita oltre che per Berlusconi?

Zi Peppo ra fore ha detto...

Nunne` propio accussi` de mita s`e` azzeccatu a perluscone roppo che li sandangiulisi erne vutato pe lu sinneco nuovo.
me sape che so stati chiu` adderitti re issu ke de te e de tand` ati cumma a te.
Aiti voglia re nge` suppurta` pe ati cing` anni.
e nunn` offenditi a nisciuno ke tutti so buoni guaglioni

Zi Vicienzo ha detto...

Cu la pappardella re li bbuoni uagliuni stiti arrecettenne nu paese, pare che immo turnati a li tiempi re la guerra e tu zi peppo secondo me si probbeto lu cchiù scienziato miezza a li scienziati, me pozzo puru sbaglià ma io nce coglio sembe. Saluteme a quilli che fin'a mmo te l'enne misso a lu servizio, semp'arreto stai, nun t'allattà, tata nonno riceva che lu rui a coppa conta sempre rui, statti bbuono cumpà

Zi Peppo ra fore ha detto...

cumba` vicie` ma si tuttu fessa allora tu nun nge probbeto cuogli mai.
mo vuo` vere` che lu paese l` enne arrecettato quissi.
ma nonneto nun te ditto che se le rui coppa e` sbriscola a lui scartina cumma` a` te nge face lu servizio?
sta arreto nunn` e` sembe malamente.
statte buono e nun veve troppo vino
me raccumanno

Anonimo ha detto...

CHe bel gioco dirondello che bel gioco dironda'

M ha detto...

Che dirti sammy osservazione breve succinta e compediosa, bastava già solo il titolo del post per capire, hai il dono della sintesi amico mio. Un abbraccio dalla tua "M"

Minima Moralia ha detto...

Il PD era una trovata per cercare di riciclare tutti i vecchi politici italiani.
Localmente a parte Bassolino che è l'emblema di certa politica rovinosa annoveriamo esponenti che hanno avuto le mani in pasta dappertutto negli ultimi trent'anni e che sono senza dubbio responsabili della situazione di estremo degrado che è sotto gli occhi di tutti.
Tutto questo, nonostante per la ricostruzione in Irpinia siano state stanziate somme incredibili.

Per fortuna gli italiani non hanno creduto al bluff del PD e i campani e gli irpini faranno lo stesso castigando solennemente chi, dopo aver fatto malissimo per anni, ha ancora l'ardire di mettere la propria faccia su un manifesto elettorale.

ADESSO E' DAVVERO ORA DI CAMBIARE, NON SOLTANTO LE SIGLE DEI PARTITI MA LE PERSONE !!!

Con passione sincera... Minima Moralia :-)

Lupo ha detto...

qualche cosa e` cambiata, ora ciriaco prendera` gli ordini da silvio e questa novita` non mi dispiace.