Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

giovedì 28 maggio 2009

Sarabanda elettorale

Sarabanda elettorale.
Il voto e' un diritto –dovere,
il voto e' un diritto – dovere,il voto e' un diritto- dovere…………………
Quante cartacce imbrattano le nostre citta', la mia citta'! quanti faccioni, dalle espressioni falsamente compunte o compiaciute giganteggiano sui muri di case e palazzi: sono i candidati, gli advocati,molti,troppi in questa tornata elettorale! Il postino del mio quartiere,il proprietario del cinematografo,l' addetto alla vigilanza della banca vicina,lo studentello fresco di esami di stato dello scorso anno,e poi…si e' perso il conto! E' democrazia,si dice,certo, e' democrazia la partecipazione,ma quanto di democratico ci sara'nei vari festini organizzati, a gara, da chi offre il party piu' insolito nel locale piu'"in",per strappare un consenso,in cambio di….. Gli elettori piu'appetibili sono i diciottenni di stagione,quelli che,forse,con un pizzico di emozione,voteranno per la prima volta.
E cosi' e' utile regalare a questi neo elettori una cena, una ricarica per il cellulare,una festa grande, nel lido piu' panoramico della costa.
Questa e' la sarabanda elettorale delle mie parti!
E a Sant' Angelo? Ho seguito, molto di sfuggita, le ultime novita'in tema di elezioni,tutto come sempre ,mi e' sembrato. Ho pensato che dopotutto le cose vanno meglio li', almeno nel senso di passione per la politica, quella vera per la quale ci si accalora e si dibatte con la forza del cuore.A pensarci, pero', mi e' sembrata, non proprio, passione ma passioncella e anche un tantino torbida,che tutto sommato e' poi piu'tollerabile ,in confronto allo spettacolo disgustoso che i politici, a livello locale e nazionale, ci stanno regalando.
Chiudo questa invasione di campo con" un se sbaglio correggetemi"parafrasando un grande uomo e papa che con questa sarabanda elettorale non c'entra alcunche'. E per fortuna!

Maria Rosaria del Guercio

3 commenti:

Minima Moralia ha detto...

Belle considerazioni, scritte con pacatezza come sempre, mi permetto di commentarle perchè non essendo dirette a suscitare polemiche, so già che non le commenterà nessuno.

A me è passata la voglia di scrivere Maria Rosaria, volevo suscitare dibattiti, scuotere coscienze e promuovere in qualche modo una riflessione comune nella speranza di una comune rinascita.

Sono riuscito solo ad alimentare polemiche e ad offrire nutrimento alle finte ragioni degli idioti del paese, in effetti quelli trovano nutrimento in tutto, anche nello schifo che li circonda.

Qui ogni scelta ha dei retroscena da telenovela, ogni opinione getta radici in un tornaconto immediato, non c'è programmazione in niente, non c'è coerenza e manca soprattutto la lealtà.

Si è perso il senso e l'importanza del vivere secondo dignità e non credo che nell'immediato a questo possa esserci rimedio.

Tutto ruota dietro alla speranza di una raccomandazione, i ragazzi migliori se ne vanno, i peggiori restano ad occupare una triste scrivania, in un triste ufficio di questo triste paese.
Che vittoria triste..... in fondo!

Con stima..... Minima Moralia

finalmente ha detto...

Ma tu dici che ancora qualcuno ci crede? Ormai questi politici nostrani pensano solo ad arricchirsi quanto più possono fin quando l'esito del voto non li manderà finalmente e definitivamente via.
Possibile che qualcuno ancora crede di poter ottenere favori? Santangiolesi rassegnatevi è finita! Meglio che vi mettete a studiare o a lavorare: leccare il sedere a questa gentaglia adesso, vi farà solo rimanere sporca la lingua.

Anonimo ha detto...

votantonio votantonio votantonio