Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

lunedì 11 maggio 2009

Sant'Angelo dei Lombardi - La rinascita (Atto I)

Alcuni mesi fa avevamo accolto con stupore e gioia l'ultimazione di una nuova opera, che restituiva al paese la "storica" rampa di San Pasquale, verificando dai commenti ricevuti quanto essa fosse ancora presente e cara nei ricordi di tanti santangiolesi delle generazioni "di mezzo".

In quella occasione, ci soffermavamo sull'abnormità dell'illuminazione pubblica della rampa, che non solo sovrastava per la sua imponenza la natura dell'opera, ma costituiva anche un fatto in controtendenza rispetto alle pressanti esigenze di risparmio energetico: insomma oltre che inutile, essa è brutta e costosa e sembra quasi il frutto dell'idea di un progettista che, ibernato negli anni sessanta, si è improvvisamente risvegliato oggi, ignaro dei grandi problemi di questa società.

Comunque, forse anche per lo stimolo offerto dalla nostra riflessione, viene acceso solo un lampione su cinque e più spesso, purtroppo, la si tiene addirittura spenta. In effetti è abitudine costante in questo paese, prevedere progetti faraonici per poi perdersi in fase di realizzazione e finire per non realizzare alcunchè (così per lo stadio, per la palestra e per la piscina olimpionica, opere inesistenti per le quali sono stati spesi milioni di euro).

Orbene, durante una passeggiata effettuata pochi giorni fa abbiamo potuto constatare le condizioni in cui versa quest'opera dopo solo alcuni mesi dalla sua ultimazione. La qualità del lavoro eseguito, anche per le parti non ancora rovinate, lascia supporre ragionevolmente anche ad un osservatore inesperto, che ciò che sta ancora in piedi non lo resterà per molto.
Vogliamo sottoporre queste immagini davvero incredibili agli interlocutori del blog e a chi immagina, da lontano, che a Sant'Angelo negli ultimi tempi sia finalmente cambiato qualcosa. Stanchi di questa inefficienza e di questa ipocrisia, rifletteremo anche sulla eventualità di segnalare questo stato di cose ad alcune note trasmissioni nazionali (le iene, striscia la notizia, report, ecc.), sperando che da questo derivi stimolo per i nostri amministratori, ad intraprendere una "politica del fare" mettendo da parte i tafferugli tipici della "politica politicante" (cliccare sulle immagini per ingrandirle e coglierne i particolari).
A) Il cemento della pavimentazione quasi completamente sgretolato lascia supporre una composizione davvero scadente; sbriciolandosi sotto i piedi, inoltre, è pericolosissimo e può provocare rovinose cadute:


B) No comment ....


C) Osservate questi muretti, tutto si regge su piccole zeppe in pietra, in asssenza di cemento e senza nessuna corrispondenza tra gli elementi che li compongono. Le basi di marmo che li sovrastano, inoltre, si sollevano facilmente, anche con le mani, immaginate se crollassero mentre passa qualcuno.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Non c'erano dubbi se è per questo

nuovosantangiolese ha detto...

Se oltre a rusecare sulle cose che non vanno bene parlereste anche di quelle che invece vengono fatte meglio sarebbe meglio e fareste meno la figura dei cretini.
Dovete sopportare ve lo abbiamo detto e lo ripetiamo almeno altri quattro anni, quindi rassegnatevi sciacalli.

lucumpassatore ha detto...

Un'opera realizzata a regola d'arte, non c'è che dire, fatta proprio per durare.
Ha ragione chi ha pubblicato il post, anche senza essere un esperto, questo lavoro è fatto malissimo, così male che trattandosi di un'opera pubblica finanziata con i soldi di tutti i cittadini, sarebbe opportuno investire del caso l'Autorità Giudiziaria, anche per la pericolosità che può derivare a chi transita a piedi su quelle scale.

Anonimo ha detto...

LA COSA CHE MI MERAVIGLIA E' CHE NESSUNO DI QUELLI CHE SONO RESPONSABILI DI QUESTO SCHIFO HA IL CORAGGIO NEMMENO DI APPARIRE DIFENDENDO IL PROPRIO OPERATO, PER QUANTO POSSA ESSERE DIFENDIBILE CONTRO L'EVIDENZA DEI FATTI.
NON SO CHI E' RESPONSABILE, FORSE UNA RESPONSABILITA' PER IL COLLAUDO CE L'HA ANCHE IL COMUNE IL QUALE CERTAMENTE DOVREBBE INTERVENIRE TRANSENNANDO LA ZONA PER EVITARE PERICOLI ALLE PERSONE.

maria ha detto...

Ci sono poche cose da dire, una di queste è che più passa il tempo più mi convinco che siamo caduti dalla padella direttamente nella brace in questo paese. Che delusione però.

Anonimo ha detto...

Terribile veramente oltre l'immaginazione. Si faccia qualcosa.

ilprofessore ha detto...

Ma quanto è costato sto schifo qua? Chi lo ha pagato e soprattutto chi lo ha realizzato? C'è qualcuno che sa spiegarci come è possibile tutto questo?

ndò ha detto...

Quissi sapiti c'henne penzato? pecchè imma mette lu cemento bbuono, è capace c he pò vene natu tarramoto e struppea tutto lu stesso allora è meglio che sparagnammo li soldi!

rc ha detto...

Speriamo che non la chiudono proprio adesso che si fa la tredicina di S.Antonio.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Se non l'avete mai notato, davanti all'ingresso del Municipio, a distanza di 29 anni dal terremoto, ci sono ancora macerie appese. Gli amministratori evidentemente trovano la cosa decorosa!!.

Sammy ha detto...

Mi dispiace moltissimo intervenire censurando, ma non mi piace l'offesa fine a se stessa.
Se qualcuno vuole usare aggettivi offensivi può farlo firmando con il proprio nome ed assumendo la responsabilità morale ancor prima che giuridica di ciò che afferma.
Va bene la critica, il dibattito e pure la polemica, ma la denigrazione proprio non possiamo ammetterla, nei confronti di nessuno.

cicero laena ha detto...

Hanno pigliato a la lettera la tecnica dell'"opus incertum", nel senso che nisciuno sape quanto mantene stu muro.

mrdg ha detto...

basta scorrere questi pochi commenti e ci si rende conto che manca poco a che le petizioni non siano indirizzate al re borbone!Non occorre fare tante esternazioni ,i cittadini denuncino tanto scempio e i relativi responsabili all' autorita' giudiziaria.Facciamo di piu' perche' le norme siano applicate!Il non crederci e' spesso un alibi per la coscienza!

zorro ha detto...

siete alle solite...strazzauanti..!

Minima Moralia ha detto...

La cosa che mi fa più impressione è questo silenzio, la scelta della nuova amministrazione di tacere laddove sarebbe stato semplice e bellissimo scrivere a chi frequenta questa comunità virtuale di cittadini spiegando quello che è accaduto, quello che si intende fare per riparare, magari esordendo con ..... "cari cittadini del blog".

Invece niente solo silenzio, un silenzio che sa di vergogna, di presunzione e di intolleranza.

Questi nuovi amministratori sembrano sempre trafelati ed occupatissimi, ma è gia passato un anno e ancora non si capisce cosa fanno.

Parlavano di progetti, di musei, di civismo, di amore per il paese,di vivibilità per i bambini, oggi parlano di scelte politiche, di compromessi elettorali, insomma di "alta politica" laddove ci avevano promesso finalmente un pò di sana amministrazione.

Io non so il Sindaco cosa pensa, se a quel sorriso compiaciuto da brava persona (questo Sindaco lo è davvero una brava persona e sono tanti a volergli bene) che porta stampato sul viso corrisponde davvero un animo sereno, più probabilmente si sta rendendo conto adesso in che pasticcio si è cacciato e sorride tristemente per non piangere, perchè a piangere siamo noi tutti, l'intero paese, quelli che avevano creduto in loro e anche chi, pur non avendoli votati, ci aveva sperato un pò.

Alla fine è tutto come prima, anzi peggio,molto peggio di prima, perchè mentre "quelli di prima" avevano ormai soddisfatto la brama di potere e la materiale cupidigia, "quelli di adesso" sono appena agli inizi ed hanno tante speranze da realizzare e glorie da inseguire, ma il metodo è sempre lo stesso ed il fine anche.

Ha ragione Maria Rosaria..... è necessario cominciare con la denuncia, non più quella fatta di parole, solo sui blog, ma quella meno umana però brutalmente più efficace che si fa nelle aule di un tribunale.

Così non si può... non si deve continuare! Minima Moralia :-(

aliaas triliaas ha detto...

mamma mia come tirea sto commento...tiro verso nuscu...ahahahhaa!

Anonimo ha detto...

signore e signori e` comuinciata la campagna elettorale per il 2013.
moralia sindaco

Anonimo ha detto...

ma che c'entra con il post e il commento di moralia?

MRDG ha detto...

Ad Alias...A Napoli ti avrebbero risposto con un epiteto che e' meglio evitare!Nusco? non so se a moralia interessi piu' di tanto,per quanto mi riguarda non ci sono mai stata ne' mi interessa andarci.Per me l' Irpinia e' Sant' angelo :ci sono nata e vorrei che fosse un luogo abitato da gente migliore!