Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

martedì 18 marzo 2008

La politica della cultura

In questo clima acceso di campagna elettorale, di rancori personali e politici, di invettive e di pseudoinformazione, troppo spesso avente l'unico fine di esacerbare gli animi e di violentare le coscienze, consiglio agli amici frequentatori delle comunità virtuali di "staccare la spina", almeno ogni tanto, rivolgendo la propria attenzione ed i propri "click" verso iniziative culturali belle ed intelligenti, che trovano espressione nel blog di autori impegnati ed attenti alle novità e alle opportunità emergenti del nostro territorio.
Credo che l'energia e la sensibilità di tutti noi debba manifestarsi "non solum ... sed etiam" nel confronto politico e che la devastante "cultura della politica" debba quanto prima lasciare il posto alla "politica della cultura", caratterizzata dal confronto democratico e propositivo tra le idee di tutti.
Mi sia consentito dal blogger di proporre all'attenzione dei suoi lettori i seguenti link, che personalmente trovo interessanti e che fanno capo all'iniziativa di persone che hanno avuto, da sempre, la dignità di manifestare la propria identità ed il culto per l'originalità delle proprie idee, indipendentemente da ogni divergenza di vedute politiche e di opinioni.
Massimo Capobianco

Nessun commento: