Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

mercoledì 2 luglio 2008

Se chiudo gli occhi io vedo ...



La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla (Gabriel Garcia Marquez)

28 commenti:

Sammy ha detto...

Siamo stanchi ed offesi dal clima di continua diffidenza e di intimidazione che di recente caratterizza questi spazi virtuali.

Altro che pacificazione: erano rimasti in pochissimi a scrivere su questi blog, adesso immagino che con le nuove polemiche andranno via anche quelli.

Per dovere di correttezza verso i pochissimi che ancora partecipano a questo blog sospendiamo la pubblicazione diretta di post e commenti, allo scopo di controllare "ex ante" il tenore degli interventi immessi e non esporre così i più incauti a delle sequele giudiziarie poco gradevoli che se non altro provocherebbero una compressione della propria scelta dell'anonimato.

Abbiamo rimosso, già ieri sera, il solito commento delirante, apparentemente proveniente dagli ex gestori del Blog Nuovasantangelo (rocco, ngiulino, ecc.) ma conserviamo copia di quel commento così come dell'intera conversazione "incriminata", disponibili a renderla, su richiesta, al gestore dell'altro Blog o agli inquirenti in caso di indagine su quei fatti.

Con profondo rammarico e tristezza per quello che considero un fallimento del tentativo di offrire al paese uno strumento moderno di comunicazione civica ... Blogger Sammy

Anonimo ha detto...

bravo sammy! Va bene così!

Antonio ha detto...

Che significa allora?
Antonio

G48 ha detto...

Per prima cosa completo il titolo del post.
Se chiudo gli occhi io vedo...S.Angelo !!!
Lo so, è banale, ma d'altronde anche Garcia Marquez dice che la vita è quella che si ricorda.
E per me è impossibile non ricordare i frammenti di vita trascorsi a S.Angelo, tutti (quasi) precedenti il 1980.
Secondo, vorrei rispondere a Sammy.
Caro Sammy, il sottoscritto non si sente intimidito, tantomeno avverte il pericolo di guai giudiziari. Ho scritto poco ultimamente perché ho lavorato tanto, e non capisco il tuo sconforto verso la vita di questo blog. E' fisiologico che non tutti e non sempre possano seguire le vicende "informatiche" di S.Angelo, vuoi per il caldo, vuoi per dinamiche familiari, vuoi per odore di vacanze.
Tra un po' si concederanno una pausa anche i nostri governanti, ti pare che non possiamo prendercela noi ?
Non so se verrò a S.Angelo, ma sicuramente col pensiero, come tutti gli anni, verrò a trovarvi.
Il vostro nostalgico più che mai
G48

Sammy ha detto...

Caro G48 non trovo affatto banale che tu chiuda gli occhi e veda Sant'Angelo, io pur essendo tornato a viver qui di Sant'Angelo immagino questi scenari forse a causa delle mie origini contadine.

Nemmeno noi siamo intimiditi da questo clima di sospetto e minaccia che è stato creato, siamo semmai offesi e delusi perchè forse proprio adesso si poteva cominciare a fare qualcosa di buono.

La censura sui commenti e sui post si rende necessaria solo per evitare di essere uno strumento in questa disputa, secondo noi tutta interna all'altro blog, tra nuovi e vecchi amministratori, i quali ultimi adesso scrivono a noi per ribattere alla scelta di estromissione operata dal nuovo gestore. Ne sappiamo poco, sinceramente, e ci frega anche meno.

Certo appare perlomeno incomprensibile che la nuova gestione non si fosse resa conto della levatura intellettuale e della formazione morale di quegli anonimi personaggi, contro i quali noi stessi abbiamo dovuto polemizzare alacremente, per impedere la distorsione della comunicazione via blog nel paese.

Per un periodo sembravamo noi i polemici e i criticoni e loro i giovani saggi ed illuminati. Mah!
Non continuo tanto tutti sapete com'è andata e cosa è successo e quelli che non sanno possono leggerlo, noi abbiamo mantenuto quasi tutti i post ed i commenti.

Un saluto a tutti da Sant'Angelo... Blogger Sammy

Anonimo ha detto...

Io se chiudo gli occhi vedo quello che non esiste più, il mio paese i miei nonni che mi aspettavano sulla strada quando io tornavo a casa dalla scuola, le galline ed il cane che mi correva incontro, e così per anni, cercando di coatruire in me quella persona che sarebbe poi andata a fare un lavoro "importante" ma tanto lontano da qui.
Una campagna verde, tanta serenità e tanta voglia di viverla.
Non trovo più tutto questo quando torno a Sant'Angelo, i miei bambini si annoiano, mio marito non trova amicizia in questa comunità ed io stessa dopo qualche giorno desidero tornare alla mia vita di sempre, una sorta di strana dolorosa nostalgia mi prende all'improvviso.
Ho la sensazione che il tempo si sia fermato, ma solo purtroppo nelle cose peggiori.

Un abbraccio a tutti da una che appartiene a quella sant'angelo che non c'è più.

g.c. ha detto...

Un commento amaro e vero, ma solo in parte.
A volte non è la realtà a cambiare in modo irrecuperabile, ma siamo noi che non riusciamo più a guardare le cose con gli stessi occhi.
Nel tuo caso credo accada un pò questo: il paese è cambiato, di molto ed in peggio, ma forse confusa da questo cambiamento tu non riesci più a viverne nemmeno gli aspetti migliori, che talvolta ancora emergono.
E' solo un ivito alla riflessione, non una critica credimi, nella speranza che tu possa di nuovo affezionarti a questo paese distrutto dalla natura e dall'uomo.
Un abbraccio a tutti da G.C.

Antonios ha detto...

Un paese amaro e senza poesia, un paese solo e senza una identità, un paese disperso e senza un centro. Uomini soli che lasciano il passato in maliconia per poi ritrovarsi nel capoluogo di provincia oppure nella nostra metropoli dove maturiamo le esperienze più significative. Un paese con due assessori provinciali e un consigliere Regionale, ma senza una speranza politica - economica e sociale. Un paese con una maggioranza e sia lodato il cielo una opposizione ma incapace di avere un programma o un progetto. Un pese ... che deve ancora rinascere
Auguri Sant'Angelo!
Antonio

Ruralia ha detto...

Del Goleto facci sentire che esisti!
I Rurales per Del Goleto

angela ha detto...

Se chiudo gli occhi vedo il buio, vedo ancora la polvere, vedo le facce sorridenti di chi di tutto questo ha approfittato, deridendo e ammazzando i sogni di noi giovani di allora.
Vedo la tristezza, la rabbia, la speranza, la noia, l'angoscia, la disperazione, la sfiducia, vedo il sorriso di mio figlio e vedo il sole che per fortuna ancora non sono riusciti a toglierci.
Angela

Anonimo ha detto...

Per tanti anni io non ho visto niente davanti, vedevo solo dietro, il passato con quella conclusione triste.
Adesso forse una speranza c'è e non mi riferisco certo alla nuova amministrazione, statica e imbarazzata, ma alla stancheza della gente.
Io credo che quando si è trovato il coraggio di cambiare una volta si potrà cambiare sempre e che quindi può dirsi cominciata di nuovo la ricerca del futuro.
Auguriamoci buona fortuna.

zed ha detto...

chiudo gli occhi,accarezzato del tepore del camino,forte l odore della tristezza mi avvolge,l anima sta scivolando via dalle dita e sembra condurmi nel limbo dei sensi,ove tutto sembra nitido e sfumato,ove le domande e le risposte si stringono in vane certezze,ove la mente sostiene una corpo che piange.vedo sorridre dio in quel mistero chiamato vita.dio e seduto al tavolo di un bar e mentre beve un caffe bruciato in una tazzina leggermente unta ,sorride compiaciuto del suo travaglio.è perfetto.il suo essere è perfetto.cosi..,debole,cosi forte.cosi stupido.ama la sua volubilita,chidedendosi se fosse questa la massiam espressione della liberta che voleva lui attribire.LORO non sono con dio.le facce distese,il sorriso compiaciuto.ammirano il loro creato,sordi alla coscienza,amano guardarsi riflessi,accontendandosi dell odore del potere,che a volte li sfiora ed inonda le loro anime,travolgendoli ed inebriandoli.vedo i loro sguardi che si incrociano,i loro occhi che raccontano,il loro orgoglio che li guida e le loro azioni dettate dalle fila del del Onore,marionette compiaciute dei loro avanzi.vedo LUI.seduto.le mai che sfiorano i capelli e avvalgono la testa.l anima tormentata ,un futuro strappatto via,le speranza svanite e il disonore delle ginocchia che spessa baciano il suolo ,l anima che dimora da sempre nell etere,lascia il suo mondo di sospiri per scendere tra le venialita umana e anche lei ,cosi nobile ,cosi pura,bacia la terra,e come un padre giusto e buono,le mani che stringono il cappello, assicura al corpo le sue necessità.lo vedo perdersi nel grigiore del quotidiano,lo vedo perdersi tra le vie del paese,derubato della forza,pensare ai suoi figli ed interrogarsi,guardarsi indietro e rabbrividire,piangere,urlare,disperarsi,stringere la vita,i ricordi,lo vedo nei suoi occhi,nel suo sorriso,nelle sue parole,tutto sfumato,tutto sapientemente camuffato.vedo il mio paese,e camminando di notte il vento mi parla delle bellezze di un tempo.mi racconta dell orgolio di una comunità,mi racconta dell anima dei cittadini,della vita che ora sembra perduta,dello splendore di un tempo.pochi attimi e mi abbandona,ma mi dira ancora di piu.seduto in piazza fisso il cielo,miriadi di stelle danzano,la luna assonnata è di un colre rosso vivo,sospiro e guardando la magnificenza di quello spettacolo,un unica certezza rassicura il mio tormento.il futuro è dettato dall uomo,anche l uomo piu stanco,trova la forza di vivere.ci riprenderemo quello che è nostro,sembra ripetere lo spirito della mia amata sant angelo.mi sveglio,l ultimo ceppo è ermai consumato,è una notte d inverno e mi lascio avvolgere dalla notte .zed

Sammy ha detto...

Questo post voleva essere uno spunto per la riflessione, confessiamo che i risultati vanno molto oltre le aspettative, sono pervenuti commenti bellissimi, mai solo nostalgici, sempre orientati anche al futuro, come deve esseere aldilà della mentalità bacchettona di chi crede, avendo ottenuto dalla vita quello che desiderava, di poter vestire i panni del saggio moralizzatore.

Grazie santangiolesi... così si fa continuate ... :-)

Anonimo ha detto...

Sammy io credo che se tu fai una sana, vera, parziale autocritica, forse la gente comincerà a scrivere un pò di più: questo o quello per me pari sono!

Sammy ha detto...

Caro ultimo anonimo, come dicevo poco fa ad un amico questo blog non nasce per dar sfogo alla pesonale voglia di scrivere, ciascuno di noi potebbe farlo liberamente altrove, in qualunque altro blog, ma nasce per consentire ai cittadini di sant'angelo di esprimere liberamente i loro pensieri, senza censura con il solo limite della tollerabilità sotto il profilo moarale di quanto si scrive.

Non abbiamo moderato nè censurato mai gli interventi, salvo in questi giorni per una esigenza del tutto contingente e particolare, ma presto tutto tornerà come prima solo che ci saranno più amministratori a controllare "ex post" il tenore degli interventi.

Tutto qua, il resto sono solo illusioni, qualunque altra formula di blog non potrà mai essere davvero espressione del paese e non potrà mai emulare virtualmente quell'atmosfera che caratterizza le discussioni "di piazza" dei santangiolesi storici.

SAluti Blogger Sammy :-)

MRDG ha detto...

E' bello scoprire, rientrando dopo un periodo di vacanza,che qualcuno, da Sant' Angelo! ti ha inviato un pensiero e un abbraccio che e' un grande segnale di appartenenza ad una comunita'che ancora dimostra di accogliere chi, pur vivendo, da sempre, lontano si sente fortissimamente, ad essa, legato .Grazie ,MInima Moralia!

MRDG ha detto...

E' bello scoprire, ritornando, dopo un periodo di vacanza,che qualcuno, da sant' angelo ti ha inviato un abbraccio e un pensiero,segno tangibile di appartenenza ad una comunita', alla quale ci si sente, fortissimamente, legati.Grazie Minima,che riesci a comunicare tanta serenita' di vita, la stessa che vorremmo per tutti i santangiolesi!

G48 ha detto...

A S.Angelo deve essere molto caldo se nessuno riesce a stare in casa a scrivere qualcosa sul blog.
Io ricomincio a respirare e posso dedicarmi a tutte le mie attività casalinghe.
Chissà che combinate a S.Angelo, sarete pronti ad accogliere i villeggianti e a organizzare l'estate santangiolese.
Vi auguro di stare bene, di divertirvi e trovare "il bandolo della matassa"; forse incontrarvi in piazza farà più bene a tutti.
Mi raccomando i giardinetti del tribunale, tenetemeli d'occhio, e dite a Rosalia che ho la coviglia pagata !!!
Spero tanto di incontrarvi, chiunque voi siate, un abbraccio da G48

un gruppo di genitori oriundi ha detto...

SOS Adesso cominciano le dolenti note per i santangiolesi che vorrebbero trascorrere un periodo di vacanza ,in paese ma, c' e' un ma grande quanto un macigno:i figli si rifiutano di venire ad "annoiarsi" anche perche' nessuno fa niente per offrire calore umano, amicizia, insomma una normale accoglienza.Fate qualcosa di fattivo e non solo sterili progetti irrealizzabili.E' necessaria una politica spicciola,che deve risolvere problemi pratici, oppure, non si boicottino iniziative che possono partire da chiunque voglia aiutare a risolvere la situazione di stallo attuale!

Anonimo ha detto...

ma per piacere non cerchi di trovare nel nostro paese un antidoto al naturale sviluppo psicologico fisico e sessuale dei suoi figli.i ragazzi per divertirsi devono uscire di casa e stare con i loro coetanei,lo fanno anche i nostri ,e lo abbiamo fatto anche noi.li preghi solo di passare un paio di giorni al paese,poi lasci che prendano la loro strada.un saluto.

G48 ha detto...

La politica, spicciola o meno, non credo possa risolvere il problema della mancanza di umanità lamentata dal gruppo di genitori oriundi.
Non voglio pensare che i santangiolesi sono cambiati, ricordiamoci che si può stare bene insieme anche senza che ci siano iniziative particolari.
Basta, appunto il calore umano, un sorriso e una parola.
I figli, tutti i figli, si annoiano perchè non sanno più stare con gli altri senza che ci siano "cose da fare".
Il vostro moralista G48

Anonimo ha detto...

Non sarebbe però male se sant'angelo offrisse anche ai giovani qualcosa di più, difficilissimo non sarebbe offrire ai giovani ddelle iniziative ed un paese a misura di giovani, forse potrebbe essere una soluzione.
Tutti si affannano a dire cosa non va ma nessuno propone...

zed ha detto...

questo è un po il carattere fondamentale del tipico santangiolese...critica,ma non fa...:))un saluto a g48,è da molto tempo che nn ti vedevo..

G48 ha detto...

Un saluto anche da parte mia a zed, che starà fremendo per fare l'esame.
Non discuto il fatto che sarebbe bello offrire di più ai giovani, ci mancherebbe, ma fino a che ciò non si realizzerà mi sembra pretestuoso prendere le loro difese a oltranza.
Capisco anche i genitori che non vogliono far vivere ai figli quello che hanno vissuto loro, però dico loro di aiutare i figli a fare proprie le "piccole cose" di cui tutti abbiamo bisogno.
A presto, G48

amo la liberta. ha detto...

si si sognate sognate sinistroidi babbei.meno male che a noi restano i fatti.nel nostro blog,di persone serie ,non pagliacci che non si firmano,si discute di cose serie .voi qui siete solo a lamentarvi e piagnucolare e a sognare a bocca aperta,poveri fessacchiotti.intanto a noi e toccaTO aggiustare tutti i guai,rinascendo ,e facendo rinascere sant angelo,dalla polvere.w i sant angiolesi doc,come queeli in foto.di la.

Anonimo ha detto...

Commento emblematico di quella che alcuni considerano santangiolesità, per favore blogger non cancellarlo mai è un esempio per tutti quelli che amano pensare liberamente in questo paese.

Anonimo ha detto...

salvatelo e mettetevelo sul comodino e leggetelo la mattina .grazie a dio io sono un sant angiolese rinato.

Anonimo ha detto...

... e si vede che sei rinato male, speravamo qualcosa in più da questa rinascita ma leggendoti ogni sogno si dissolve , ancora una volta solo arroganza ed idiozia. Povera Patria!