Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

martedì 2 febbraio 2010

La razza padana è superiore, adesso ne ho le prove

"La Lega ha ufficializzato la candidatura a Brescia, per le regionali in Lombardia, di Renzo Bossi, figlio di Umberto", questa notizia ha suscitato in me un certo sgomento lo ammetto.

Cosa mai avrà indotto i vertici leghisti a candidare questo ragazzino dall'aria visibilmente intelligente e dai trascorsi culturali ben noti, preferendolo ad intellettuali e professionisti ugualmente giovani ma decisamente più rampanti?
Non certo il fatto che è figlio del raffinatissimo Umberto Bossi può essere la ragione della scelta, perchè se così fosse, dovremmo ammettere senza timore di smentita che la Lega è un partito che si ispira ai più tradizionali valori di "Roma Ladrona".
La risposta ai miei dubbi in fondo era chiara e se ho faticato un pò per trovarla è perchè sono ostacolato nel ragionamento dalle insormontabili limitazioni poste dalle mie origini meridionali e dalla conseguente distanza, culturale e genetica, da quella dimensione illuminata che ispira pensieri ed azioni della classe politica leghista.
Ma di che si tratta vi chiederete voi altri meridionali svantaggiati? Semplicemente della innegabile e palese superiorità della razza padana, della quale ho finalmente anche prove visibili.

Tutto questo sa un pò di retorica da centro-sinistra lo ammetto e chiedo scusa, ma anche io devo cercare una ragione per accettare che ciò accada nel paese dove sono nato e al quale un tempo mi vantavo di appartenere.

Vado a procurarmi da lavorare..... scusate lo sfogo... Minima Moralia :-(

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Minimo Minimo, razzoli razzoli ma poi sempre nell'orticello della sinistra vieni a brucare.Non eri un convinto sostenitore di Berlusconi?Un pò di coerenza che caspita.

Minima Moralia ha detto...

Coerenza? Appunto! Deciditi, non puoi farmi razzolare come le galline e brucare come le pecore, mi verrebbe una crisi di identità.

Sei simpatico ma un pò supeficiale come tutti i moderni intellettuali di sinistra: nessuno sa di cosa si parla ma c'è sempe qualcosa da dire.

Se insisti, comunque, vedrai che con un pò di fortuna candidano alle regionali anche te.

Un abbraccio ... Minima Moralia (il rianimatore di Blog) ;-)

Ndò ha detto...

Ma a sena e a repole nisciuno le candida? Parlati puru nu poco re le cose noste.

francodettociccio ha detto...

Di Repole, al momento, non ci sono notizie.
Per Sena, invece, vi riporto una parte dell'articolo che ho letto su internet(alla pagina http://www.elezioninews.it/?p=2798): "a parte il consigliere di Sd Angelo Giusto, che da tempo ha manifestato il disinteresse a ripresentarsi al vaglio degli elettori, tutti gli altri consiglieri regionali, come Castelluccio, sono in grande mobilitazione. L’ex capogruppo regionale del Pd Mario Sena, dopo un lungo silenzio, dovuto anche al suo personale tormento politico nato con la rottura tra Ciriaco De Mita e i democratici, è tornato a percorrere il terreno della provincia di Avellino per far conoscere ad amministratori e semplici cittadini quanto di buono prodotto in questi anni in consiglio su temi come la tutela delle aree interne e dei piccoli comuni, il piano casa, la salvaguardia delle comunità montane".
Secondo me nu le candida nisciuno. Bbona iurnata uagliù, iammo a fatià che è meglio.

sueva ha detto...

uffa' sta repole ,la infilate a mo di cavolo in ogni minestra!Ma chi caspita e'? Firmato : SUEVA, sempre mi.