Il terremoto avrebbe dovuto insegnare ad avvicinarsi di più, perchè tutti hanno vissuto lo stesso dolore (R.Venezia)
Non si può scavare, le macerie del cuore sono troppo pesanti (R.
G.)

lunedì 22 agosto 2011

In una lunga notte di agosto ...

E per concludere il più orrendo agosto santangiolese che la storia ricordi ci mancava pure Cisco.  Chi è costui?  Molti si chiederanno.

Trattasi di un poco conosciuto cantante che fa musica impropriamente definita popolare, ex componente della band Modena City Ramblers, il quale propone un repertorio in buona parte mediato dalla più ovvia tradizione sessantottina, tutto imperniato sulle fabbriche che chiudono, sui lavoratori disoccupati e sui figli che non mangiano.

Cito il titolo di alcuni suoi album per dare una idea più precisa ed imparziale: Combat folk, Terra e libertà, Viva la vida, Muera la muerte!, Appunti partigiani, e via così, capito il genere no?

Insomma è una espressione, forse musicalmente valida, di assoluto conformismo ideologico condito con un pò di sentimentalismo politico alla Rosy Bindi, esaltazione di quella demagogia a noi tristemente nota, che personalmente vedo ben rappresentata da quei politici che prima fanno chiudere le fabbriche e poi se la piangono assieme ai lavoratori, quelli si davvero disperati. 


La solita sceneggiata comunista per dirla più brevemente.

Ovviamente ognuno canta quello che gli pare e ciascuno ascolta quello che gli piace, ma pur presupponendo la buona fede del cantante e la sua valenza artistica, opporrei all'autocommiserazione e alla protesta fine a se stessa un po' di serietà e, invece di cantare di diritti e nostalgie, esorterei ad un maggior impegno sul lavoro, talvolta anche a scapito dei diritti, perchè il momento è grave e serio.

Estendendo l'invito a lavorare di più e meglio anche all'amministrazione comunale del mio amato ma martoriato paese, vi saluto e vi rimando a presto, su questo blog, ci sarà molto da leggere e da meditare.

 
E' una promessa!

Con affetto ... Minima (senza Moralia) :-)

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Chi ha avuto la brillante idea di chiamare questo soggetto. Lo avranno pure pagato, eppure potevamo divertirci con qualche simpatico cantante santangiolese che, almeno non ha pretese di fare della pseudo cultura ma solo divertire e divertirci.
Per fortuna che ieri ero a Rocca San Felice...

Anonimo ha detto...

Restiamo in attesa di novità e speriamo che il dibattito di nuovo spento in questo scombinato nostro paese possa finalmente riprendere e portare a qualcosa di buono.

mariarosaria del guercio ha detto...

eravamo a rocca la sera di"Cisco" e al ritorno abbiamo intravisto l'omone che trasudava canzoni indecifrabili, pateticamente sessantottine, resuscitate per nostalgici postcomunisti da strapazzo.Quanta tristezza ma anche quanta rabbia procurano gli agosti santangiolesi di queste ultime disgraziate stagioni!Ancora una volta mettiamoci una pietra sopra.Grazie Moralia,voce libera e appassionata di un paese che nonostante tutto amiamo sempre e...molto.

MRDG ha detto...

Chiedo scusa ma avevo frainteso il nome,vada per Minima.

Anonimo ha detto...

complimenti a tutti i Santangiolesi residenti a Salerno per la costante presenza nella bella piazza del nostro paese anche in presenza di Cisco ecc...
Un saluto affettuoso a tutti

Anonimo ha detto...

qualcuno mi puo informare sul dibattito del pd tenutosi ieri pomeriggio?